Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Centro - Stazione / Viale 24 Maggio

Riposizionate le panchine su Viale della Stazione, ma i problemi restano

Braccio di ferro a Palazzo di Città. Il primo cittadino avrebbe faticato non poco per far mantenere al dirigente la parola che lo stesso sindaco aveva dato alla città di riposizionarle "immediatamente"

Tornano le panchine su viale XXIV maggio. Sotto la supervisione della Polizia Municipale, questa mattina, gli operai del Comune sono tornati sul viale della “discordia” per riposizionare i sedili smontati solo una settimana fa su disposizione (orale) degli assessorati ai Lavori Pubblici e alle Attività produttive.

Una decisione grottesca che il “tandem socialista” avrebbe assunto per dare esecuzione - questa la giustificazione addotta dagli assessori Iuppa e Di Gioia - ad una petizione che i residenti avrebbero sottoscritto per lamentare lo stato di degrado in cui versa il centralissimo viale della Stazione. Immediato il “caso” in città.

Non solo relativamente al documento, ancor oggi avvolto dal mistero (della petizione, infatti, ancor oggi, poco si sa,  sia per quanto concerne i tempi - ‘a quando risale la petizione? Perché non è stata depositata presso l’ufficio protocollo?’- che i contenuti: alcuni residenti e commercianti giurano che “no, la rimozione delle panchine nessuno l’aveva chiesta”, mentre gli assessori sostengono il contrario.

Controversie che hanno fatto  ingenerare in più d’uno il sospetto che la petizione non esista). Ma per la stessa decisione “capestro” assunta in solitaria dai due assessori, che ha fatto incappare l’amministrazione tutta in una vera e propria gaffe, con tanto di corsa affannosa ai ripari del sindaco Gianni Mongelli e del presidente del consiglio comunale Raffaele Piemontese.

Non solo lo smontaggio e il rimontaggio delle panchine – che sono avvenuti per disposizione, orale, del dirigente interessato, Fernando Biagini - avrebbe innescato un vero e proprio braccio di ferro nel Palazzo, con il primo cittadino che avrebbe faticato non poco per far mantenere al dirigente (fermo alla disposizione degli assessori Iuppa e Di Gioia) la parola che lo stesso sindaco aveva dato alla città di riposizionarle “immediatamente” quelle panchine. Si spiegherebbe così la dilazione dei tempi. I sedili su viale XXIV maggio sono tornati solo oggi.

Come se Corso Garibaldi non avesse già abbastanza veleni e grane da risolvere! Ma al di là delle diatribe e delle frizioni di Palazzo, c’è un problema di degrado, urgente, da risolvere su viale della stazione.

E servono risposte serie e concrete. Già questa mattina l’Amica era al lavoro per procedere con la potatura degli alberi per restituire un po’ di “ossigeno” alla zona mentre sarebbe stato potenziato – assicurano da Palazzo di Città - il servizio di vigilanza, soprattutto notturna. Altre misure sono in cantiere. Ma, per favore, lasciateci le panchine.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riposizionate le panchine su Viale della Stazione, ma i problemi restano

FoggiaToday è in caricamento