Corso Roma, abbattute palme per costruirvi un palazzo. Sisbarra: “Vergogna”

Il capogruppo di Sinistra Ecologia e Libertà presenterà un'interrogazione. Le palme erano all'interno del cantiere della ditta Caccavo, che costruirà un palazzo

La palma abbattuta (Ph di V. Rizzi)

Non è andata giù al consigliere comunale di Sel, Michele Sisbarra, e non è andata giù ai foggiani. Le palme abbattute su Corso Roma, altezza di via Lecce, per permettere alla ditta Caccavo di costruirvi un palazzo, hanno scatenato l’indignazione del popolo della rete e di tutti quei cittadini che vorrebbero una città più verde e con meno murature.

Maestose adornavano da 40 anni uno dei corsi principali del capoluogo, ma da ieri non ci sono più. E pensare che soltanto pochissimi giorni fa, dalla sua pagina Facebook, Vincenzo Rizzi, affermava: “Ma vi sembra normale che un cantiere edile usi una palma per attaccare il cartello di inizio lavori. Mi auguro che il comune provveda a far schiodare dalla palma quel cartello e a vigilare a finché i due alberi recintati non vengano abbattuti”.

E invece no, le palme sono state abbattute, al grido di ‘Vergogna, vergogna e vergogna” del capogruppo consiliare di Sinistra Ecologia e Libertà, Michele Sisbarra, che lunedì presenterà un’interrogazione urgente: “Premesso che il gruppo consiliare di Sel, ritiene che le palme presenti su Corso Roma avevano acquisito una consolidata presenza storica, che la pianta in questione ricadeva su terreno pubblico e non su proprietà privata, che la stessa pianta era da tempo all'interno di un cantiere edile, interroga l'assessore all'Ambiente affinché venga a chiarire in aula i termini precisi delle questione determinatasi producendo, qualora esistano, documentazioni riguardanti i motivi della rimozione.

L'assessore ai Lavori Pubblici affinché venga a chiarire in aula le motivazioni per cui il cantiere da diversi anni occupava il suolo pubblico e se per tale occupazione la ditta interessata abbia regolarmente pagato l'occupazione del suolo in questione. Nel frattempo dagli assessorati all'Ambiente e ai Lavori Pubblici, nessuna risposta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • Smantellata organizzazione mafiosa: 48 arresti nel blitz 'Gran Carro', misure cautelari anche in provincia di Foggia

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

  • Coronavirus, altri 13 morti in Puglia: i nuovi contagi sono 772

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento