Palazzo di Città: l’omaggio delle istituzioni alla memoria di Rocco Laricchiuta

Profondi e commoventi gli interventi del sindaco e del presidente del consiglio. Sono intervenuti anche i consiglieri Giuseppe D'Urso, Paolo Agostinacchio e il presidente dell'Ordine dei Medici Salvatore Onorati

Si è svolta ieri sera la cerimonia commemorativa in onore dell’assessore alla Cultura e Decentramento Rocco Laricchiuta, scomparso l’altro ieri all’età di 68 anni per un male incurabile. Presso la camera ardente allestita per l’occasione a Palazzo di Città, i cittadini e le istituzioni locali hanno reso omaggio allo stimato medico del capoluogo dauno.

Il sindaco di Foggia non è riuscito a trattenere la commozione quando ha ricordato una delle ultime telefonate avute con Laricchiuta: “Appena qualche giorno fa, in una delle tante telefonate, mi ha detto: “Voglio tornare presto a Foggia, per starti vicino e sostenerti in questo difficile momento. Ancora una volta, come sempre e per sempre, generoso e pronto a sostenere le persone alle quali voleva bene e per le quali avvertiva un’insopprimibile solidarietà. La sua forza d’animo, uniti al rigore etico ed alla passione per la foggianità rappresentano un’eredità da cogliere e far fruttare in tutti gli ambiti del nostro operare. E quando le difficoltà ci appariranno soverchianti, il sorriso di Rocco e qualcuna delle sue ironiche esortazioni ci saranno di conforto e sostegno. Come fosse ancora con noi”.

Nella sala consiliare di Palazzo di Città, trasformata in camera ardente per accogliere il feretro di Rocco Laricchiuta, sono intervenuti anche i consiglieri Giuseppe D’Urso e Paolo Agostinaccio, e il Presidente dell’Ordine dei Medici di Foggia Salvatore Onorati.

Ho avuto l’onore e la fortuna di conoscerlo bene, ha evidenziato Giuseppe D’Urso, e di condividere con lui molti momenti importanti nel nostro cammino e non solo politico. Un uomo eccezionale, capace di fare scelte difficili. Rocco era una persona coerente. Sempre dalla parte degli ultimi, dei più deboli. Abbiamo perso un riferimento. La sua storia umana e politica deve continuare con il nostro impegno”.

Ho apprezzato sempre il suo modo di fare politica. Ogni atto, ogni comportamento, ha sottolineato Paolo Agostinacchio, è stato radicato in quei valori che oggi rappresentano un esempio per tutti. Il dottor Rocco Laricchiuta ha sempre agito in favore della comunità, che oggi si rende conto della grande perdita. Abbiamo la certezza che l’operato non resterà vano. Esprimo cordoglio e solidarietà in nome di tutti i consiglieri di minoranza. Il suo operato non verrà dimenticato”.

A chiudere gli interventi nella sala consiliare è stato il presidente dell’Ordine dei Medici di Foggia, Salvatore Onorati: “Rocco Laricchiuta era ottimo politico e amministratore, perché era un ottimo medico. Rocco ha avuto la capacità di asciugare le lacrime dei suoi pazienti con una umanità e dedizione che dovranno essere di esempio per le future generazioni. Il prossimo 8 maggio dedicheremo la giornata del giuramento dei nuovi giovani medici alla memoria di Rocco”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Profondo e commovente è stato anche l’intervento del presidente del consiglio Raffaele Piemonte. “Ci ha lasciato degli insegnamenti preziosi che personalmente non mancherò di fare miei. Quando sono stato a trovarlo, insieme al Sindaco, all’ospedale di Roma, dove da tempo era ricoverato, mi ha letteralmente toccato il cuore per il suo entusiasmo nell’informarsi, sapere cosa accadeva in città, quali bisogni erano stati esauditi e quante cose occorreva ancora fare. Pur affaticato, no ha mai smesso di nutrire il desiderio di ritornare presto al lavoro. Caro Rocco, ci mancherai. Ma non voglio dirti addio. Sappiamo che ci sarai vicino nel nostro cammino per rendere questa città migliore, questa città che amavi e per la quale ti sei speso in tutti i modi. Allora ti diciamo ciao. E da oggi in poi guarderemo il posto che occupavi in Consiglio Comunale tra i banchi della Giunta con un dolce sorriso di nostalgia".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento