rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Ferme da anni, orologiaio rimette in moto (gratis) le lancette dell'Università: "L'ho fatto per la mia città"

L'iniziativa di Giuseppe Petrosillo, che è riuscito a riattivare l'impianto della facoltà di Giurisprudenza, fermo da tanti anni, senza pretendere alcun compenso. E da Ligustro e dal Rettore Ricci arrivano sinceri ringraziamenti

Un orologio fermo segna due volte al giorno l’ora giusta, recita un famoso aforisma. Ironica sapienza che non si accetta volentieri se a essere ferme sono le lancette di un orologio che troneggia sulla sede di una facoltà universitaria.

Come quello della facoltà di Giurisprudenza in Largo Papa Giovanni Paolo II, un tempo sede del tribunale, rimasto per anni inchiodato sulla stessa ora. Ecco perché dalla segreteria della facoltà è partita una segnalazione, raccolta da Giuseppe Petrosillo, orologiaio di professione da oltre 30 anni. Una sfida dura, che ha portato però al risultato sperato.

“Sono serviti circa 4-5 interventi, perché è stato necessario studiare l’impianto e le sue componenti”, racconta Petrosillo. “L’orologio non funzionava perché c’era un problema alla parte elettrica dell’impianto, che di fatto bloccava anche la parte meccanica. Una volta riparato il guasto e lubrificato il tutto, l’orologio è partito. Fortunatamente non è stato necessario sostituire alcun pezzo”.

Un intervento a regola d’arte, che ha richiesto impegno, tempo e competenza, ma per il quale Petrosillo non ha preteso alcun compenso: “L’ho fatto per la mia città, perché si riappropriasse di un suo simbolo”. E il gesto è stato apprezzato parecchio, come attestano le due missive inviate a Petrosillo dal Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza Aldo Ligustro e dal Rettore dell’Università di Foggia Maurizio Ricci.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferme da anni, orologiaio rimette in moto (gratis) le lancette dell'Università: "L'ho fatto per la mia città"

FoggiaToday è in caricamento