Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Pericolo caldo, scatta l'ordinanza in Puglia: vietato il lavoro nei campi nelle ore più bollenti

Rinnovato anche quest'anno il provvedimento a firma del presidente Emiliano: ha efficacia immediata e vieta il lavoro in condizioni di prolungata esposizione al sole nella fascia oraria dalle 12.30 alle 16

E' stata firmata oggi, dal presidente della Regione Michele Emiliano, l'ordinanza che, con efficacia immediata, vieta in Puglia il lavoro in condizioni di esposizione prolungata al sole, ovvero dalle ore 12.30 alle 16.00 fino al 31 agosto 2024, nelle aree o zone interessate dallo svolgimento di lavoro nel settore agricolo.

Il provvedimento, già emanato negli anni scorsi, è riferito ai soli giorni e orari con un livello di rischio 'alto', rilevabile dalla mappa del rischio disponibile su www.worklimate.it/sceltamappa/sole-attivita-fisica-alta/ (riferita a “lavoratori esposti al sole” e cliccando “attività fisica intensa” con riferimento alla fascia oraria “ore 12.00”. Proprio nei prossimi due giorni, sulla città di Bari in particolare, è prevista una allerta di 'livello 2' per ondate di calore.

"Con questo provvedimento, che ha effetto immediato - fa sapere il presidente Emiliano -, vogliamo tutelare la salute delle lavoratrici e dei lavoratori del settore agricolo che svolgono attività all’aperto. Per questo motivo, da oggi e sino alla fine di agosto, saranno vietate attività nelle campagne agricole ove si registreranno punte di calore elevate. Si tratta di un’ordinanza condivisa con il Dipartimento Salute della Regione per la tutela dei lavoratori e delle lavoratrici". La mancata osservanza degli obblighi di cui alla presente Ordinanza, comporterà le conseguenze sanzionatorie previste dalla legge.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pericolo caldo, scatta l'ordinanza in Puglia: vietato il lavoro nei campi nelle ore più bollenti
FoggiaToday è in caricamento