rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca

Alberi mettono a rischio la circolazione dei treni: i commissari ordinano ai privati di eliminare quelli pericolosi

E’ quanto stabilito nell'ordinanza commissariale del Comune di Foggia N.1 del 11/01/2022 relativa al “rischio caduta alberi in aree limitrofe alla sede ferroviaria linee Foggia – Potenza, Foggia – Manfredonia e Montenero, Foggia – Barletta”. Multe fino a 500 euro per gli inadempienti

Alberi pericolanti mettono a rischio la linea ferroviaria, la Commissione straordinaria del Comune di Foggia ordina il taglio di rami e alberi che possano costituire un fattore di rischio per la circolazione su tratta ferrata. E’ quanto stabilito nell’ordinanza commissariale n.1 di oggi 11 gennaio relativa al “rischio caduta alberi in aree limitrofe alla sede ferroviaria linee Foggia-Potenza, Foggia-Manfredonia e Montenero, Foggia-Barletta”.

“In relazione ai recenti eventi naturali che hanno interessato la linea con  interruzione del  trasporto ferroviario per caduta di rami o alberi provenienti da  terreni privati limitrofi al tracciato ferroviario”, si legge nel documento, “e in considerazione dei gravi effetti subiti sul servizio ferroviario e danni sulla linea, dato l'approssimarsi della stagione inverale con fenomeni meteorologici anche significativi, si richiede l’adozione di ordinanza sindacale contingibile ed urgente con l’imposizione di obbligo a carico dei privati confinanti con la sede ferroviaria del taglio di rami ed alberi che possano, in caso di caduta, interferire con l’infrastruttura, creando possibile pericolo per la pubblica incolumità ed interruzione di pubblico esercizio ferroviario”.

Pertanto, si ordina ai proprietari dei terreni confinanti con la sede ferroviaria ricadente nel territorio del Comune di Foggia (linee Foggia – Potenza, Foggia – Manfredonia e Montenero, Foggia – Barletta), ciascuno per la particella catastale di propria competenza, “di verificare ed eliminare, se presenti, i fattori di pericolo per la caduta di rami o alberi, entro 60 giorni dalla pubblicazione della presente ordinanza, al fine di scongiurare situazioni di pericolo e di garantire la regolare circolazione dei treni”. L’inottemperanza alla presente comporterà l’irrogazione della sanzione amministrativa da 25 a 500 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alberi mettono a rischio la circolazione dei treni: i commissari ordinano ai privati di eliminare quelli pericolosi

FoggiaToday è in caricamento