Cronaca

Costruiscono opere abusive nel Parco, senza concessioni edilizie e paesaggistiche

Gli agenti del Corpo Forestale dello Stato di Cagnano Varano hanno accertato la costruzione di attracchi abusivi per natanti e imbarcazioni. Deferiti a piede libero i responsabili

Gli agenti del Corpo Forestale dello Stato di Cagnano Varano, dipendenti dal CTA di Monte Sant’Angelo, sono intervenuti in località Bagno e Orti di Tullio e posto sotto sequestro tre opere abusive per complessivi 300 mq, l'edificazione di tre posti di approdo in costruzione da adibire con molta probabilità ad attracco di natanti e imbarcazioni, come da accertamenti esperiti con l'ausilio del sistema operativo SIM - orto foto aeree e strumentazione GPS in uso,

Dai successivi accertamenti i forestali hanno accertato la totale mancanza di titoli concessori, edilizi e paesaggistici. I responsabili, individuati grazie ad una attenta e minuziosa attività di indagine fatta di sopralluoghi e appostamenti, sono stati deferiti a piede libero all'autorità giudiziaria per i reati di abuso edilizio su terreni appartenenti al demanio dello Stato, occupazione di demanio marittimo, violazione dei vincoli paesaggistico/ambientali, nonché per deterioramento di siti particolarmente protetti e deturpamento di bellezze naturali poiché zone di protezione speciale, ovvero siti di importanza comunitari rientranti nel perimetro del Parco Nazionale del Gargano. 

Sotto in corso ulteriori indagini per individuare altri responsabili. Salgono pertanto a cinque, nel giro di poche settimane, i sequestri preventivi posti in essere dal Corpo Forestale dello Stato di Cagnano Varano, eseguiti d'urgenza ai fini della salvaguardia dell'ambiente e delle aree sottoposte a particolare tutela. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costruiscono opere abusive nel Parco, senza concessioni edilizie e paesaggistiche

FoggiaToday è in caricamento