rotate-mobile
Cronaca

Dal clan "Moretti-Pellegrino-Lanza" la droga per il sodalizio lucerino: "Possibile riconfigurazione degli equilibri di potere e di alleanza"

Dalle indagini si è scoperto il legame con un referente del clan foggiano. Elemento che ha consentito di riscontrare collegamenti affaristici tra la criminalità comune lucerina e la 'Società Foggiana'

Emergono dettagli rilevanti dall'Operazione 'Drug Wash', che ha portato all'arresto di nove persone tra Lucera e Foggia. 

Secondo gli inquirenti, infatti, il gruppo criminale lucerino guidato da due coniugi gestori di un autolavaggio in pieno centro, aveva intrecciato rapporti con un referente del clan foggiano 'Moretti-Pellegrino-Lanza'. Era lui a cedere alla coppia che gestiva lo spaccio grossi quantitativi di sostanze stupefacenti, in prevalenza hashish e cocaina. 

Le intercettazioni

In un caso si è accertato che il referente del clan foggiano vendette un chilogrammo di cocaina al prezzo di 40mila euro, pagati in contanti. Questo legame è ritenuto di fondamentale importanza, perché per la prima volta si riscontrano dei collegamenti affaristici tra la criminalità comune lucerina e la 'Società Foggiana'. Un dato significativo sotto il profilo della riconfigurazione territoriale degli equilibri di "potere" e di "alleanza" criminale anche in provincia, nel settore del traffico di sostanze stupefacenti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal clan "Moretti-Pellegrino-Lanza" la droga per il sodalizio lucerino: "Possibile riconfigurazione degli equilibri di potere e di alleanza"

FoggiaToday è in caricamento