Operazione ‘Dirty Water’, decine di impianti di depurazione irregolari: piovono sanzioni

Conclusa la campagna di controllo degli impianti di depurazione dei comuni foggiani. Decine di impianti privi di autorizzazioni o con le stesse scadute da oltre 5 anni. Elevate diverse sanzioni a carico degli enti gestori

A poco più di un mese dall’inizio della stagione balneare, i militari, dipendenti dal Gruppo Carabinieri Forestale di Foggia hanno concluso nei giorni scorsi una vasta attività di verifica straordinaria degli impianti di depurazione a servizio dei comuni foggiani. Il quadro che emerge da tali controlli, e che la quasi totalità degli impianti funziona in un quadro di irregolarità generalizzata sia di carattere amministrativo che strutturale.

Decine i depuratori privi di autorizzazioni o con le stesse scadute da oltre 5 anni (10 nei casi più gravi). I militari dell’Arma hanno elevato decine di sanzioni amministrative per migliaia di euro e decine sono state le notizie di reato inoltrate all’Autorità Giudiziaria foggiana a carico degli Enti gestori dei predetti impianti. L’attività di controllo, proseguirà comunque nelle prossime settimane e sarà finalizzata alla verifica circa la regolarizzazione di quegli impianti le cui carenze sono apparse particolarmente gravi.    

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento