'C'era una volta', la replica della Procura ai legali dei Cera: "Espressione infelice, ma nessun pregiudizio verso gli indagati"

Il magistrato delegato dell'Ufficio stampa della Procura Marco Gambardella replica alle dichiarazioni degli avvocati di Napoleone e Angelo Cera: "L'espressione non intende in alcun modo esprimere valutazioni negative, di natura personale e politica, nei confronti dei soggetti sottoposti alle indagini preliminari, né anticipare l'esito del giudizio"

Un nome dalla scelta discutibile, ma che non nascondeva alcun tipo di pregiudizio. È la precisazione del magistrato della Procura Marco Gambardella sull'indagine 'C'era una volta', che coinvolge Napoleone e Angelo Cera: il titolo dell'indagine aveva fatto infuriare i legali dei due politici che avevano parlato di "un gioco di parole banale e irrispettoro che lascia sconcertati sia per la caduta di gusto, sia per il pregiudizio insito in un titolo che vorrebbe relegare per mano giudiziaria i Cera al passato". 

"L'espressione, certamente infelice - decisa e utilizzata dalla polizia giudiziaria (come solitamente avviene) per denominare l'attività di indagine svolta - non intende in alcun modo esprimere valutazioni negative, di natura personale e politica, nei confronti dei soggetti sottoposti alle indagini preliminari, né anticipare l'esito del giudizio", spiega Gambardella, che poi conclude: "Come già precisato nel comunicato del 10 giugno 2020, Angelo e Napoleone Cera (così come gli altri indagati) si presumono non colpevoli fino a sentenza definitiva". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo a luci rosse nella Caritas di Foggia. Sacerdote filmato durante atti sessuali e minacciato, nei guai due persone

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Maxi contagio da festa in famiglia. L'Asl Foggia: "Si tratta di circa la metà dei nuovi contagi in Capitanata"

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

  • Il virus dilaga, Landella corre ai ripari: a Foggia mascherine obbligatorie all'aperto e centri commerciali chiusi domenica

  • Choc a Foggia: palpeggia il sedere di una ragazza e la schiaffeggia, arrestato per violenza sessuale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento