Occultavano fucili nei boschi e andavano a caccia di notte nel Parco del Gargano

Due persone di Vico del Gargano sono state fermate e denunciate dagli agenti della forestale della Foresta Umbra e di Peschici

I fucili sequestrati

A seguito di una mirata attività di contrasto al bracconaggio nel Parco Nazionale del Gargano, inizialmente impostata sull'acquisizione di informazioni riservate e poi condotta attraverso l'attenta ispezione dei luoghi, con appostamenti notturni e anche con l'ausilio di apparecchi  di fotoripresa, gli uomini della forestale dei comandi di stazione della Foresta Umbra e di Peschici hanno fermato e denunciato due persone e sequestrato tre fucili con le relative munizioni caricate a palla e a pallettoni.

CACCIATORI IN AZIONE DI NOTTE: IL VIDEO

Uno dei due, un cinquantenne del luogo, utilizzava un fucile con la matricola abrasa che veniva occultato nei boschi, in un nascondiglio ricavato con un pezzo di tubo abilmente sistemato nel corpo di un muro a secco, eludendo così gli ordinari controlli effettuati sulle strade dell'area protetta.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • ULTIMA ORA | Torna a casa Francesco Pio Virgilio, il 15enne era scomparso da quasi 48 ore

Torna su
FoggiaToday è in caricamento