Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

I messaggi di Tarantino prima dell'omicidio: "Vi farò vedere io, scusa". Preso il presunto assassino di Tiziana Gentile

Omicidio Tiziana Gentile a Orta Nova. Interrogato nella notte il presunto assassino Gerardo Tarantino

Un messaggio rivolto al figlio e probabilmente anche uno alla moglie sarebbero comparsi poco prima dell'omicidio della bracciante agricola 48enne Tiziana Gentile, sul profilo Facebook di Gerardo Tarantino, il presunto assassino che i carabinieri avrebbero bloccato pochi istanti dopo il delitto avvenuto in un appartamento di via Labellarte. Messaggi che sarebbero poi stati cancellati.

"Ti ho consegnato la divisa, il tesserino e l'abito di San Gerardo, il mio borsone di lavoro in campagna. Ora sei tu il capo a casa, ti dono casa, terre e le mie carte elettroniche. Sono un latitante a papà, vi farò vedere io. Scusa. Devo camminare senza documenti. So mangiare erba senza soldi".

Tarantino si dichiara innocente: leggi qui

Ieri l'uomo, un agricoltore di 46 anni, sarebbe stato bloccato all'esterno dell'appartamento dai carabinieri della locale stazione di Orta Nova e condotto in caserma, dove sarebbe stato sottoposto a un interrogatorio durato tutta la notte.

Al momento non è chiaro il movente dell'omicidio e se la donna, madre di due figli, si trovasse in casa da sola. A lanciare l'allarme i vicini di casa che hanno allertato immediatamente il 112.

L'uomo, stando ad alcune indiscrezioni, avrebbe sfondato la porta a calci e colpito la vittima con un coltello alla gola, taglio che sarebbe stato confermato.  Bloccato dai carabinieri avrebbe urlato più volte il nome del marito della donna uccisa, con cui, pare, fossero amici. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I messaggi di Tarantino prima dell'omicidio: "Vi farò vedere io, scusa". Preso il presunto assassino di Tiziana Gentile

FoggiaToday è in caricamento