'Cugini coltelli', ucciso nel Lodigiano 29enne di Cerignola: fermata una guardia giurata

Sarebbe stato fermato a Milano, a casa della sorella, il presunto killer che nella serata di sabato 10 agosto ha ucciso a Tavazzano (Lodi) Amato Di Paola, originario di Cerignola. Alla base, pare, la gelosia

Sarebbe stato fermato a Milano, a casa della sorella, il presunto killer che nella serata di sabato 10 agosto ha ucciso a Tavazzano (Lodi) Amato Di Paola, ragazzo di 29 anni, originario di Cerignola. 

In manette una guardia giurata: Sebastian Ganci, arrestato dagli agenti delle volanti. Sarebbe stata la sorella a chiamare il 112 dicendo che il fratello aveva fatto "una cazzata". Vittima e presunto killer sarebbero legati da legami di parentela, più nello specifico sarebbero cugini. Il delitto pare che sia maturato in seguito alla gelosia e alla rivalità per una donna romena.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

Torna su
FoggiaToday è in caricamento