'Cugini coltelli', ucciso nel Lodigiano 29enne di Cerignola: fermata una guardia giurata

Sarebbe stato fermato a Milano, a casa della sorella, il presunto killer che nella serata di sabato 10 agosto ha ucciso a Tavazzano (Lodi) Amato Di Paola, originario di Cerignola. Alla base, pare, la gelosia

Sarebbe stato fermato a Milano, a casa della sorella, il presunto killer che nella serata di sabato 10 agosto ha ucciso a Tavazzano (Lodi) Amato Di Paola, ragazzo di 29 anni, originario di Cerignola. 

In manette una guardia giurata: Sebastian Ganci, arrestato dagli agenti delle volanti. Sarebbe stata la sorella a chiamare il 112 dicendo che il fratello aveva fatto "una cazzata". Vittima e presunto killer sarebbero legati da legami di parentela, più nello specifico sarebbero cugini. Il delitto pare che sia maturato in seguito alla gelosia e alla rivalità per una donna romena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 16: morto 36enne di Cerignola, fatale lo scontro tra auto e camion

  • San Severo come 'Gomorra': la pantera forse fuggita dalla residenza di un boss, si teme fuga verso altri comuni

  • La 'caccia' alla pantera si sposta sul Gargano: avvistamenti, in arrivo altri specialisti (trappole farcite e 'Predator')

  • Marito e moglie di Foggia fermati in stazione dalla Polfer: nel portafogli di lui c'erano due 'chèque' ambigui

  • Addio Luca, oggi l'ultimo saluto al 22enne morto in un terribile incidente stradale

  • Scoperto lo stratagemma di un direttore delle Poste del Foggiano: così avrebbe incassato i profitti degli investimenti dei clienti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento