Orta Nova, omicidio Santoro: si indaga negli ambienti dello spaccio di droga

Due i colpi mortali alla testa. Nella notte tra sabato e domenica si sono verificati altri due episodi di sangue. Gli investigatori stanno verificando se vi siano legami tra i due ferimenti e l'omicidio

I carabinieri sul luogo dell'omicidio

L’omicidio di Pasquale Santoro avvenuto questa mattina in via Montegrappa ad Orta Nova potrebbe esser legato agli ambienti dello spaccio di droga.

Resta questa l’ipotesi più accreditata sulla quale stanno indagando i carabinieri del Comando provinciale di Foggia, coordinati dai pm della Procura di Foggia Vincenzo Maria Bafundi e Rosa Pensa.

La vittima infatti aveva precedenti penali per spaccio di stupefacenti. In queste ore i militari dell’Arma stanno ascoltando parenti e amici della vittima con l’intento di ricostruire le ultime ore di vita di Santoro. Tre i colpi che hanno raggiunto il 35enne, due dei quali, quelli alla testa, mortali.

Secondo la ricostruzione fornita dai carabinieri, mentre Santoro si trovava nei pressi dell'autolavaggio nel quale lavorava, a bordo di uno scooter scuro gli si è avvicinato il killer che ha sparato alcuni colpi di pistola ed è fuggito.

Nella notte tra sabato e domenica scorsi ad Orta Nova si sono verificati altri due episodi di sangue: due persone hanno dovuto far ricorso alle cure dei medici del Pronto soccorso dell'ospedale locale per ferite di arma da fuoco.

Gli investigatori stanno verificando se vi siano legami tra i due ferimenti e l'omicidio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento