Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Uccisi il boss Romito e il cognato: due fratelli assassinati per aver assistito all'omicidio

 

Una mattanza a colpi di kalashnikov e fucile da caccia calibro 12, una strage mafiosa in cui sono stati coinvolti, loro malgrado e soltanto per aver assistito all'omicidio del boss della mafia garganica, Mario Luciano Romito, 50enne di Manfredonia, e del cognato Matteo De Palma, anche due fratelli di San Marco in Lamis, Aurelio e Luigi Luciani. 

San Marco in Lamis sotto shock: il commento del sindaco Merla

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento