menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Delitto Radatti, condannata a 14 anni Anna Maria Lombardi: uccise l'amante con 87 coltellate

Nelle prime ore di questa mattina l'ordinanza di carcerazione. La donna, ristretta in una comunità di Latiano, è stata condannata per l'omicidio dell'amante avvenuto ad Apricena nel dicembre del 2013

Condannata a 14 anni di carcere per aver ucciso il suo ex amante. All'alba della giornata di oggi Anna Maria Lombardi, 46enne di Apricena, accusata dell'omicidio di Angelo Radatti, e fino a oggi ristretta in una comunità di Latiano, nel brindisino, è stata raggiunta da un'ordinanza di carcerazione, eseguita dai carabinieri della locale stazione, e trasferita nel carcere di Lecce. 

I fatti risalgono al 6 dicembre del 2013, quando il corpo senza vita e ricoperto di sangue di Angelo Radatti, apricenese titolare di una ditta di autospurgo, fu trovato all'interno di una Fiat Punto, abbandonata lungo un tratturo di campagna. L'uomo era stato ucciso con 87 coltellate. 

Le indagini e i referti della scientifica consentirono presto di identificare l'autrice del delitto: a incastrare la 46enne, amante della vittima, fu un paio di guanti in lattice, di cui la donna si liberò poco dopo l'omicidio, sui quali vennero rinvenute macchie di sangue di Radatti e tracce biologiche della donna. 

Un delitto d'impeto, dettato dal diniego dell'uomo a lasciare la moglie per l'amante, dopo una relazione clandestina di oltre 10 anni. Nella giornata di oggi la condanna. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento