menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagini di repertorio

Immagini di repertorio

34enne ucciso a Foggia, l’omicidio per un parcheggio: fermato il presunto assassino

Ad accoltellare e provocare la morte di Pompeo Piserchia sarebbe stato Alberto Donato Riccio, che si è avvalso della facoltà di non rispondere. L'accoltellamento in via San Giovanni Bosco

Proseguono  le indagini sull’omicidio di ieri sera a Foggia, dove Pompeo Piserchia è deceduto in ospedale per le ferite riportate al petto e all’addome da un’arma da taglio. Gli inquirenti stanno cercando di capire cosa avrebbe spinto il presunto assassino, Alberto Donato Riccio, ad accoltellare la vittima durante un litigio avvenuto poco prima del decesso e del trasporto in ospedale in via San Giovanni Bosco, davanti ad alcune persone.

I due si sarebbero affrontati a ridosso dell’abitazione della vittima per via di un parcheggio. Gli animi si sarebbero surriscaldati così tanto che il 32enne ha tirato fuori un coltello e colpito per due volte il 34enne.

Sin da subito la polizia si è messa subito sulle tracce dell’aggressore. Fermato nella sua abitazione con una ferita da taglio alla mano, è stato portato in Questura dove però durante l’interrogatorio si è avvalso della facoltà di non rispondere.

AGGUATO IN VIA CAPITANATA: UCCISO ROCCO DEDDA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Centinaia di studenti rispondono 'presente', ritorno in classe oltre le previsioni. Goduto: "Ma non è la scuola dei nostri sogni"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento