Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Omicidio Mastromatteo, la svolta potrebbe essere vicina: c'è un nome nel registro degli indagati

La procura di Foggia ha indagato una persona con le ipotesi di reato di omicidio volontario e occultamento di cadavere. Bocche cucite da parte degli inquirenti, che restano in attesa dei risultati dell'autopsia

La veglia per Michele Mastromatteo

Omicidio volontario e occultamento di cadavere. Queste le ipotesi di reato con le quali la Procura di Foggia ha iscritto un nome nel registro degli indagati, nell'ambito delle indagini sulla morte di Michele Mastromatteo, il 47enne di Peschici, scomparso il 25 settembre scorso e ritrovato senza vita lo scorso sabato, nelle campagne tra San Nicandro Garganico e Cagnano Varano. 

Bocche cucite da parte degli inquirenti, anche se tutto lascerebbe pensare ad una immediata svolta nelle indagini.

Secondo indiscrezioni, che al momento non trovano conferma nè smentita da parte degli investigatori, potrebbe trattarsi dell'uomo che era con Mastromatteo la sera stessa della scomparsa, la cui versione dei fatti non avrebbe mai convinto gli investigatori. 

Mentre le indagini proseguono serrate, si resta in attesa dell'esame autoptico sul corpo del 47enne, che potrebbe essere eseguito lunedì prossimo, dai tecnici della Medicina Legale di Foggia.

L'autopsia fornirà elementi fondamentali sui tempi e sulle cause del decesso (la prima ispezione cadaverica non ha fornito indicazioni puntuali al riguardo a causa delle condizioni del cadavere). 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Mastromatteo, la svolta potrebbe essere vicina: c'è un nome nel registro degli indagati

FoggiaToday è in caricamento