Omicidio via Napoli: ucciso il “Papa”, capo storico della mafia foggiana

Giosuè Rizzi è morto all'istante, il conducente dell'auto ferito all'addome. 22 anni di carcere con l'accusa di quadruplice omicidio, mafia, armi ed estorsione. Protagonista della "Strage del circolo Bacardi"

Nella foto Giosuè Rizzi

Il primo omicidio del 2012 è un omicidio eccellente. Un omicidio di mafia. A capitolare sotto i colpi di una calibro 9 Giosuè Rizzi, 60 anni, detto il “Papa”, capo storico della mafia foggiana negli anni Ottanta e primi anni Novanta nonché sorvegliato speciale.

È stato ucciso questa mattina alla periferia della città, in via Napoli, intorno alle 13.15, mentre era fermo ad un semaforo a bordo di un’automobile condotta da un’altra persona. E’ stato lì che il sicario l’ha raggiunto e gli ha esploso contro diversi colpi di pistola.

Sul luogo dell'omicidio sono giunti anche il medico legale per la prima ispezione cadaverica e il magistrato di turno, il pm Luciana Silvestris.

Il “Papa” è morto all’istante mentre  il conducente dell’auto è stata ferito all’addome e trasportato d’urgenza agli Ospedali Riuniti di Foggia. Un delitto di chiaro stampo mafioso. Giosuè Rizzi ha fatto la storia della "Società", com’è definita la mafia foggiana.

Talmente influente che il pentito tranese Salvatore Annacondia lo aveva  definito “il papa di Foggia”. La maggior parte della sua vita Rizzi la trascorre in carcere: entra a 36 anni, ne esce a 58, l’11 gennaio 2011, un anno fa. 22 anni e 9 mesi l’ultima pena con l’accusa di quadruplice omicidio, mafia, armi ed estorsione.

STRAGE CIRCOLO BACARDI CLICCA QUI

Accuse per le quali Rizzi fu condannato inizialmente a 30 anni di carcere, ridotti poi a 22 grazie a buona condotta e indulto. Dietro quella pena il massacro che Foggia ricorda come  “la strage del circolo Bacardi” avvenuta nel centro storico della città la notte del primo maggio del 1986: un commando armato fece irruzione nel locale e uccise tre uomini di Foggia ed una donna di Terlizzi.

L’agguato avvenne durante la prima delle cinque guerre di mafia che hanno contrassegnato in 25 anni la storia della «Società». Per approfondimenti CLICCA QUI

MAPPA OMICIDI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento