Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

C'è chi sapeva ma ha taciuto sull'omicidio di Francesco Traiano: "Nessuno di questi ha collaborato"

La ricostruzione in conferenza stampa delle indagini successive alla rapina di Francesco Paolo Traiano avvenuta il 17 settembre 2020 e alla morte del titolare del bar Gocce di Caffè di via Guido Dorso

 

La ricostruzione della rapina del 17 settembre 2020 presso il bar-tabaccheria Gocce di Caffè di via Guido Dorso e delle indagini che hanno portato all'arresto di cinque ragazzi - di cui un minorenne autore della coltellata letate inferta a Francesco Paolo Traiano - nell'ambito dell'operazione 'Destino'.

Le dichiarazioni del pm Rosa Pensa, del procuratore della Repubblica Ludovico Vaccaro, il questore Paolo Sirna e il capo della squadra Mobile, Mario Grassia.

Si è accanito con ferocia. E’ stata una rapina davvero cruenta. Numerose le coltellate inferte. E nonostante la vittima fosse ormai esanime, a terra, il minore si è accanito sul corpo del povero Traiano colpendolo con numerosi calci e pugni”  ha detto il questore Paolo Sirna, che ha poi aggiunto: "E' stata una indagine complessa, costruita a partire da scarsissimi elementi. In questi mesi, ne abbiamo contezza, i nomi dei ragazzi coinvolti circolavano in alcune cerchie. Qualcuno quindi sapeva, anche qualche adulto. Ma nessuno, ripeto nessuno, ha fatto qualcosa o ha collaborato”.

"Non è stata una indagine come le altre, per il profilo umano sotteso. Abbiamo dovuto lottare non solo contro i pochi elementi e la scarsa collaborazione dei cittadini. Ma anche contro il Covid19, che ha falcidiato proprio nei mesi cruciali la squadra mobile di Foggia" le parole del pm Rosa Pensa.

 “Come un mosaico abbiamo ricostruito la vicenda pezzo per pezzo. Sono tre anni che lo ripeto, ma nessuno mi ascolta. E’ un elemento fondamentale, non solo per le indagini, ma per la sicurezza di tutti. Addirittura, è emerso da alcune intercettazioni, c’è qualcuno nelle amministrazioni che rema contro” il punto del procuratore Ludovico Vaccaro.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento