Omicidio Foggia: ucciso Angelo Placentino, 62enne era un sorvegliato speciale

Padre e figlio furono arrestati per un atto intimidatorio in via Oberty 9. Un mese prima erano state vittime di un episodio analogo. Si indaga sui rapporti tra la vittima e alcuni vicini di casa

Pattuglia dei carabinieri

L’uomo di 62 anni ucciso questa notte in via Torremaggiore nel quartiere Croci di Foggia era un sorvegliato speciale.

Nel marzo del 2011 era stato arrestato insieme al figlio poiché ritenuto responsabile dell’atto intimidatorio perpetrato all’indirizzo di un’abitazione di via Oberty al civico 9. In quell’occasione padre e figlio spararono alcuni colpi d’arma da fuoco e fuggirono a bordo di un’Alfa Romeo. Furono incastrati dalle immagini riprese da una telecamera di videosorveglianza.

Un mese prima, dietro il portone di casa sua, Placentino trovò una testa di maiale e un bossolo. Due ore dopo la sua abitazione fu raggiunta anch'essa da alcuni colpi d’arma da fuoco.

Le cause degli atti intimidatori furono attribuite a problemi di vicinato. Ecco perché in queste ore gli inquirenti stanno seguendo anche la pista che nel marzo dell’anno scorso portò all’arresto di Placentino.

Il colpo che lo ha ucciso appartiene a una pistola calibro 7,65. A sparare, secondo la ricostruzione fornita dai carabinieri, è stata una persona che intorno all’1.30  ha suonato al campanello di un prefabbricato alla periferia della città e atteso che la vittima, in pigiama, gli aprisse il portone.

I militari hanno sentito i figli conviventi di Placentino, che erano in casa, ed effettuato un paio di esami 'stub'. Il magistrato che coordina le indagini è il pm della Procura di Foggia Enrico Infante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli investigatori non escludono alcun movente e stanno in particolare acquisendo informazioni circa i rapporti tra la vittima e alcuni vicini di casa che in passato avrebbero causato litigi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Conte firma il nuovo Dpcm: locali chiusi a mezzanotte, feste in casa massimo in sei e quarantena da 14 a 10 giorni

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento