"Scena del delitto terrificante". Aghilar "era già in casa". Prima di morire Filomena si è diretta verso la statua della Madonna

L'avvocato dei familiari di Filomena Bruno, Michele Sodrio, ricostruisce la scena del delitto di Orta Nova. Cristoforo Aghilar pare si trovasse già in casa, "si era fatto anche la barba". "Confermano la premeditazione"

La scena del delitto e Filomena Bruno

Emergono nuovi particolari sull'omicidio di Orta Nova di Filomena Bruno, uccisa nell'abitazione della madre dal 35enne reo confesso Cristofaro Aghilar.

Questa mattina i carabinieri del reparto di investigazioni scientifiche si sono ripresentati nell'appartamento della vittima ad Orta Nova, dove hanno eseguito una nuova e lunga serie di rilievi e accertamenti, come disposto dal PM Rosa Pensa. Alla presenza dei difensori di imputato e parti civili, i carabinieri hanno scattato foto, prelevato tracce biologiche e cercato di ricostruire con la massima precisione la scena del delitto. 

Queste le dichiarazioni rilasciate poco fa dall'avv. Michele Sodrio, legale dei familiari di Filomena Bruno, che insieme ai suoi collaboratori ha scattato una serie di foto del luogo del delitto, una "scena davvero terrificante" per la quale secondo il legale troverebbe piena conferma la premeditazione di Aghilar, "che era appostato in casa e armato di coltello, mentre aspettava la povera vittima" afferma Sodrio.

Il legale ricostruisce l'accaduto: "Appena Filomena ha aperto la porta di casa è stata colpita da numerose coltellate, tutte in parti vitali, mentre la madre 79enne che si trovava in compagnia della figlia è stata scaraventata a terra dall'assassino. La Bruno ha provato a scappare mentre era ferita, perdendo molto sangue e riuscendo a percorrere pochi metri all'esterno, peraltro dirigendosi verso una statuetta della Madonna, alla quale la signora era particolarmente devota. Lì vicino poi si è accasciata ed è morta per le ferite"

Sodrio non ha dubbi: "L'assassinio quindi è avvenuto all'interno dell'abitazione della vittima, nella quale Aghilar si era appostato molto probabilmente dalla sera prima, perchè sono stati rinvenuti i suoi peli nel lavandino del bagno, dove si era addirittura fatto la barba, ed abbiamo anche fotografato il giaciglio che si era sistemato sul divano del soggiorno. A mio parere, queste sono altre prove che confermano la premeditazione. Aghilar lo aveva promesso per giorni e lo ha fatto davvero, voleva uccidere la povera Filomena e non si è fermato davanti a nulla".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

avvocato michele sodrio-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ancora assalto a portavalori sulla A14: paura tra gli automobilisti e traffico bloccato verso Canosa

  • Coronavirus, risalita vertiginosa dei contagi: 26 nuovi casi in Puglia (9 nel Foggiano)

  • Coronavirus, 16 nuovi casi in Puglia (3 nel Foggiano): Cerignola diventa zona rossa

  • Quattordicenne inseguito e schiaffeggiato in strada. Sconvolto il padre: "Si copriva il viso, lui gli ha spostato le braccia per colpirlo"

  • Dal Lussemburgo alla Puglia per le ferie: 6 turisti positivi al Covid-19, erano partiti senza attendere i risultati del test

  • "Dammi i soldi o ti squarcio la macchina". Poliziotti-turisti smascherano parcheggiatore abusivo: arrestato per tentata estorsione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento