Cronaca

Omicidio Del Grosso: trovato fucile nella ditta di Menna, forse arma del delitto

L'arma ed il munizionamento sono compatibili con quanto repertato in sede di sopralluogo sulla scena del crimine e quanto rilevato dall'autopsia. Si aggrava la posizione di Antonio Menna e Giuseppe Ciocca

Potrebbe trattarsi dell’arma del delitto, il fucile semiautomatico a pompa con impugnatura del tipo a pistola calibro 12 e dieci cartucce dello stesso calibro, sequestrati dai carabinieri negli uffici della ditta di Antonio Menna, la Bio Green.

Erano in un vano retrostante l’ufficio all’interno di un ombrellone da spiaggia confezionato in una busta nera di cellophane. L’arma ed il munizionamento sono compatibili con quanto repertato in sede di sopralluogo sulla scena del crimine e quanto rilevato dall’autopsia.

VIDEO RITROVAMENTO FUCILE

Infatti sul luogo del delitto furono sequestrate due cartucce esplose calibro 12 ed in sede di autopsia sul cadavere, due borre di cartuccia calibro 12. L’esito degli accertamenti tecnico balistici scioglierà la riserva se quella sequestrata è l’arma che Giuseppe Ciocca e Antonio Menna, già gravemente indiziati di esserne gli esecutori materiali, avrebbero utilizzato per compiere l’efferato omicidio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Del Grosso: trovato fucile nella ditta di Menna, forse arma del delitto

FoggiaToday è in caricamento