rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Cerignola / Via Ortale San Domenico, 27

Omicidio a Cerignola, 37enne ai carabinieri: "Venite, ho ucciso mia moglie"

Cosimo Damiano Perrone ha strangolato e ucciso la moglie Annunziata Cioffi in via Ortale San Domenico. Poi ha chiamato i carabinieri, che lo hanno arrestato e trasferito in carcere

Erano circa le 4.30 quando alla centrale operativa dei carabinieri è arrivata la telefonata di Cosimo Damiano Perrone, che all’operatore in servizio in quel momento e in maniera molto agitata, riferiva di aver ucciso la propria moglie per porre fine alle sue sofferenze fisiche.

Prima di fornire le generalità e di indicare il luogo della tragedia, il 37enne ha titubato un po’. Qualche minuto dopo, in via Ortale San Domenico 27, sopraggiungeva una pattuglia dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, che constatavano la presenza dell’uomo e di una donna riversa a terra nella camera da letto, che rispondeva al nome di Annunziata Cioffi, 54enne insegnante d’asilo.

L’uomo non ha opposto alcun tipo di resistenza fisica, ma, visibilmente scosso, ha confessato di aver strangolato la propria moglie, con la quale era sposato dall’anno 2007, al culmine dell’ennesima notte insonne dovuta allo stato depressivo in cui versava la vittima. Secondo la prima ricostruzione, l’increscioso episodio sarebbe avvenuto intorno alle 02.30.

Ora l’appartamento è stato sottoposto a sequestro. All’interno anche la corda della tapparella con la quale l’uomo – ristretto in via delle Casermette a disposizione dell’autorità giudiziaria - avrebbe ucciso la moglie

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Cerignola, 37enne ai carabinieri: "Venite, ho ucciso mia moglie"

FoggiaToday è in caricamento