Foggia come Napoli, si uccide ancora e tanto. Il capo della polizia: "In queste zone serve attenzione costante"

Il commento del capo della polizia Franco Gabrielli ieri a Napoli, dove ha annunciato l'immissione di 2200 colleghi tra dicembre e aprile prossimi

Franco Gabrielli, il capo della Polizia di Stato

Il capo della Polizia Franco Gabrielli, nel delinaere la situazione rispetto al tema della sicurezza e in particolare agli ultimi agguati compiuti a Scampia ha affermato che "la repressione da sola non basta" e aggiunto che in Italia - nonostante gli omicidi siano andati progressivamente calando - "purtroppo rimangono ancora delle sacche estremamente esposte"

Il riferimento è alle province di Napoli e Foggia, "realtà dove ancora gli episodi omicidiari sono in controtendenza". Infatti, spiega Gabrielli, "nel nostro paese gli omicidi sono andati progressivamente calando, ma rimangono ancora delle realtà che devono essere costantemente monitorate, che hanno bisogno di un'attenzione costante"

Tra dicembre e aprile avremmo l'immissione di circa 2200 nuovi colleghi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento