menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il blitz della Forestale

Il blitz della Forestale

Psicosi olive colorate, un'azienda non coinvolta: "Cittadini impauriti"

L’avv. Maria Barbaro, legale della D’Aries srl con sede legale a Lucera, precisa l’estraneità ai fatti dell’azienda

Il blitz degli uomini forestali in 18 aziende pugliesi che “coloravano” le olive con clorofilla e solfato di rame, rendendole di fatto pericolose, preoccupa e non poco i consumatori. Una vera e propria psicosi che ha spinto un’azienda di Lucera, città coinvolta dal blitz, a chiarire la sua posizione tramite l’avvocato Maria Barbaro

L’impresa D’Aries s.r.l. (con sede legale in zona ASI, lotti 37 e 39) nel comunicare l’estraneità in merito all’inchiesta giudiziaria che ha portato ad un instaurando procedimento penale nei confronti di un’azienda di Lucera, presumibilmente coinvolta nel “commercio di sostanze alimentari nocive e produzione di alimenti con aggiunta di additivi chimici non autorizzati dalla legge”, riferisce di aver ricevuto richieste di chiarimenti da parte dei propri clienti in merito da un eventuale coinvolgimento:

Il legale della D’Aries precisa: “Pertanto, si tiene a ribadire la completa estraneità dell’impresa “D’Aries s.r.l.” nell’inchiesta giudiziaria, precisando che l’azienda opera e continuerà sempre ad operare nel settore alimentare nel pieno rispetto di tutte le norme di legge”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento