Zapponeta: 70 braccianti della “Lama Frutta” occupano il municipio

Michele Iatarola: "Indebitamente cancellati dagli elenchi anagrafici dell'Inps dal 2003 senza il diritto di percepire l'indennità di disoccupazione, gli assegni familiari e tutti gli altri istituti previdenziali"

Occupazione simbolica del municipio di Zapponeta stamattina da parte dei braccianti della ditta Lama Frutta, “indebitamente cancellati – sostiene il segretario provinciale della Flai Cgil, Michele Iatarola - dagli elenchi anagrafici dell’Inps dal 2003, e quindi senza il diritto a percepire le indennità di disoccupazione, gli assegni familiari e tutti gli altri istituti previdenziali”.

Una vicenda assurda, sostiene la Flai, che contrappone l’Inps all’azienda, alla quale è contestato un contratto di fitto del terreno, “e che ha finito per coinvolgere i più deboli, i circa 70 lavoratori della ditta di Michele Lamacchia. Nel tempo abbiamo fatto ricorsi e vinto cause, ma la cosa più assurda è che più volte in questi anni gli ispettori del lavoro hanno verificato la presenza dei braccianti nei fondi, il loro lavoro svolto. E nonostante questo l’Inps continua a negare ai lavoratori i propri diritti”.

L’appello della Flai è all’istituto previdenziale e alle istituzioni “affinché si attivino al più presto per risolvere una situazione che per i braccianti è divenuta oramai insostenibile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento