menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

C'è il nuovo Dpcm Conte: locali e ristoranti fino a mezzanotte (6 per tavolo), sindaci possono chiudere vie e piazze dalle 21

Il nuovo dpcm del governo Giuseppe Conte entrerà in vigore da domani 19 ottobre 2020. Stop ai campionati dilettantistici di base. Ristoranti e locali aperti fino alle 24, somministrazione fino alle 18 se non si hanno i tavoli

"Non è e non può essere la stessa adottata in primavera". Partorito nel primo pomeriggio, dalla mezzanotte di domani entra in vigore il nuovo Dpcm del governo Conte, che non si nasconde e sottolinea che queste misure sono state adottate per "scongiurare un nuovo lockdown generalizzato".

Il presidente del Consiglio dei Ministri le ha elencate nella conferenza stampa di questa sera, demandando ai sindaci la responsabilità di decidere di chiudere dalle ore 21 vie e piazze dove si creano assembramenti. Sarà consentito l'accesso solo a chi dovrà raggiungere esercizi commerciali o abitazioni private.

Tutte le attività di ristorazione sono consentite dalle 5 del mattino fino a mezzanotte se il consumo avviene ai tavoli. Diversamente, in assenza di tavoli, è permessa la somministrazione di cibo e bevande solo fino alle 18. Non c'è nessun vincolo d'orario per le consegne a domicilio. L'asporto è consentito fino a mezzanotte.

Massimo sei persone per singolo tavolo nei ristoranti, ma all'esterno dei locali i titolari dovranno affiggere il numero massimo di persone ammesse in base ai protocolli di sicurezza.

Aperti h24 i servizi di ristorazione negli ospedali, aeroporti e autostrade. Sale giochi, bingo e sale scommesse potranno restare aperte massimo fino alle 21.

Confermate le attività scolastiche in presenza. Per le scuole secondarie  - licei, tecnici e professionali - verranno favorite modalità ancora più flessibili, ovvero ingressi dalle 9 e turni pomeridiani. 

Giuseppe Conte ferma gare e competizioni dell'attività sportiva dilettantistica di base, consentita in forma individuale.

Vietate le sagre e fiere locali, confermate quelle nazionali e internazionali. 

Per quanto riguarda le palestre e le piscine - dopo il terzo dialogo con il comitato tecnico scientifico - il premier si è preso una settimana di tempo: "per adeguare il protocollo di sicurezza e verificarne l'attuazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Pio e Amedeo non l'hanno presa bene: "Non fate finta di non capire quello che abbiamo detto". Selvaggia Lucarelli: "Studiate"

Attualità

Pio e Amedeo tacciati di "superficialità" dalla comunità ebraica. Battute sull'avarizia? "Si radica razzismo che favorisce fenomeni più gravi"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento