Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Rodi Garganico

Linea Rodi-San Menaio ancora interrotta dopo il nubifragio, Fergargano aveva inviato agli enti un report sulle criticità: "A noi spetta solo la prevenzione"

Ci vorrà più tempo del previsto per ripristinare la circolazione dei treni. Tecnici e operai sono ancora impegnati per rimuovere fango e detriti portati sui binari

"A Fergargano spetta il solo compito di fare prevenzione in caso di allerta meteo lungo il tracciato". La precisazione arriva da Ferrovie del Gargano, a proposito dell'interruzione della linea ferroviaria tra Rodi Garganico e San Menaio dopo il nubifragio di ieri, sabato 28 agosto.

Tecnici e operai della Flc Lavori Ferroviari Civili sono ancora impegnati per rimuovere fango e detriti portati sui binari dai rilievi circostanti. Ci vuole più tempo del previsto considerato che Ferrovie del Gargano, a causa dei danni riportati dalla linea, ha comunicato variazioni dei servizi sulla Foggia-Peschici Calenella almeno fino alle 17 di domani 30 agosto. 

I treni saranno sostituiti con bus da Peschici a Carpino e viceversa, e da Carpino si prosegue in treno. Soppressi e non sostituiti oggi i treni in partenza da Foggia alle 20.28 e da Ischitella alle 22.59 sulla linea Foggia-Peschici e i treni in partenza alle 22.35 da Rodi Garganico e da Peschici alle 23.54.

La rabbia del sindaco di Rodi: "Ad ogni forte pioggia gli stessi problemi, ora basta"

"La Ue impone ai Gestori Ferroviari l’acquisizione dell’Autorizzazione di Sicurezza rilasciata dall’Agenzia Nazionale per Sicurezza Ferroviaria che attesta il possesso dei requisiti necessari alla gestione della circolazione dei treni - si legge nella nota della società - Ciascun Gestore deve dotarsi di un documento di Valutazione del Rischio e il Sistema di Gestione della Sicurezza. Ferrovie del Gargano, avendo acquisito l’Autorizzazione di cui sopra, opera conformemente ai principi previsti dalle Direttive e Regolamenti europei che impongono, tra i diversi adempimenti di sicurezza, la vigilanza della sede nella fascia di rispetto di 30 m. Una sorta di tutela nei confronti di abusivismi edilizi. Il contratto di servizio sottoscritto con la Regione Puglia, che regola gli aspetti tecnico economici della manutenzione non comprende interventi e opere per la risoluzione delle complesse problematiche connesse ai rischi di natura esterna individuati in rischio idraulico-idrogeologico-geomorfologico, trattate in ambito di difesa del territorio e protezione civile. Nel merito, Ferrovie del Gargano ha prodotto con risorse proprie e consegnato agli Enti interessati un report con relativa progettazione delle opere per la risoluzione delle criticità che, considerata la natura delle stesse, non riguardano miratamente la sola ferrovia ma interi versanti quindi quartieri civili e strutture ricettive. In attesa dei finanziamenti, quindi che si concretizzi la realizzazione delle opere di difesa, il gestore deve disporre di piani di emergenza da mettere in atto contestualmente alla emissione di bollettino di allerta meteo che prevedono attività di prevenzione mediante la sorveglianza della sede e opportune motivate limitazioni alla circolazione dei treni che, per quanto creino disagi agli utenti, sono necessarie per la tutela della incolumità pubblica come verificatosi nei giorni scorsi. Infine, per quanto riguarda i servizi svolti e i piani di sviluppo/ ammodernamento della Ferrovia, occorre riferirsi ai documenti di programmazione regionali - Piano Trasporti - Piano Attuativo – Piano dei Servizi elaborati e approvati nel rispetto delle norme regolamentari i servizi pubblici".

nubifragio-2

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Linea Rodi-San Menaio ancora interrotta dopo il nubifragio, Fergargano aveva inviato agli enti un report sulle criticità: "A noi spetta solo la prevenzione"

FoggiaToday è in caricamento