La 'Società Foggiana' alla sbarra: da Moretti a Sinesi, chiesto il rinvio a giudizio per i 29 di 'Decima Azione'

L'udienza preliminare è prevista a settembre, nell'aula bunker di Bitonto, dove tra i oggetti finiti nel maxi-blitz contro la mafia del pizzo compariranno anche i vertici delle batterie criminali foggiane, Rocco Moretti e Roberto Sinesi

Immagine di repertorio

'Società Foggiana' alla sbarra. Ci sono anche i vertici delle batterie criminali foggiane -  Rocco Moretti e Roberto Sinesi - tra i 29 soggetti coinvolti nell'operazione capitale 'Decima Azione'per i quali la DDA di Bari (che ha coordinato le indagini) ha chiesto il rinvio a giudizio. 

L'udienza preliminare è prevista a settembre, nell'aula bunker di Bitonto, dove compariranno i 29 soggetti finiti nel maxi-blitz contro la mafia del pizzo e accusati, a vario titolo, per oltre 20 capi di imputazione, più o meno gravi. Inizialmente erano 32 i nomi finiti nelle carte dell'inchiesta 'Decima Azione', ma le accuse sono decadute per scarsità di indizi di colpevolezza per due soggetti, mentre un terzo, Rodolfo Bruno, è stato ucciso 15 giorni prima dell'esecuzione del blitz. 

Video blitz-intercettazioni

Compariranno, quindi, davanti al giudice del Tribunale di Bari Giovanni Anglana (in ordine alfabetico), il 71enne Angelo Abbruzzese (ai domiciliari) e suo figlio Francesco di 42 anni; Giuseppe Albanese, di 38 anni, Alessandro Aprile, di 35, Luigi Biscotti, di 43, Emilio Ivan D’Amato, di 45 e Domenico D’Angelo, di 26 (ai domiciliari).

Ancora, spicca il nome di Ciro Francavilla, 44 anni e del fratello Giuseppe, di quattro anni più giovane. Ernesto Gatta, 45 anni, Leonardo Lanza, di 39 anni, il fratello Savino di 35,  e il padre Vito Bruno Lanza, di 65 anni; Antonio Miranda, 61 anni, Rocco Moretti, 68 anni, il nipote Alessandro Moretti, di 27 anni, Raffaele Palumbo, 35 anni e Massimo Perdonò, 41 anni.

Compariranno ancora, Francesco Pesante, 31 anni, Fausto Rizzi, di 39, Antonio Salvatore, 28 anni, Roberto Sinesi, di 56 anni, con il figlio Francesco di 34 anni ed il nipote Cosimo Damiano anch'egli di 34 anni. Con loro anche Giuseppe Spiritoso, 62 anni, il figlio Lorenzo di 38, Fabio Tizzano, di 38 anni e il fratello Francesco di 47, con Patrizio Villani, di 41 anni, di San Marco in Lamis, unico garganico tra i foggiani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento