Droga e rapine, blitz a San Severo: 6 arresti e due ricercati. Base operativa il 'Texas'

Otto persone destinatarie di un'ordinanza applicativa a carico di otto sanseveresi. In manette sono finite sei persone (una ai domiciliari), mentre altre due risultano al momento irreperibili

“Da una parte la consolidata attività di spaccio, dall’altra la recrudescenza di episodi di rapine. Dall’inizio dell’anno, San Severo sta vivendo un momento di massima gravità”. Così la dirigente del Commissariato di San Severo, Cristina Finizio, che ai fatti risponde con i fatti.

E d’intesa con la squadra mobile di Foggia e gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine di Lecce ha presentato i risultati del blitz messo a segno all’alba di oggi, con l’esecuzione di un’ordinanza applicativa di sette custodie cautelari in carcere ed una di arresti domiciliari a carico di otto sanseveresi emessa dal Tribunale di Foggia, su richiesta del sostituto procuratore Ileana Ramundo.

In manette sono finite sei persone, mentre altre due risultano al momento irreperibili. Sono accusati, secondo vari profili di responsabilità, di aver consumato alcune rapine avvenute a San Severo, oltre ad aver posto in essere una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti abbastanza variegata: dalla marijuana all’eroina.

Per gli inquirenti, l’anello di congiunzione tra i due gruppi sarebbe Angelo Bocola, 21enne del posto. Insieme al 25enne Hasene Sehili, è ritenuto responsabile della violenta rapina messa a segno il 27 marzo, ai danni di una sala scommesse del centro dell’alto Tavoliere quando quattro persone, tutte travisate ed una armata di coltello hanno fatto irruzione nell’esercizio commerciale aggredendo il titolare con una mazza di baseball.

Una rapina brutale, nella quale gli autori hanno dimostrato un’efferatezza e una crudeltà inaudita pur di impossessarsi di appena 600 euro. Un sintomo evidente dell’emergenza in atto, che seguiva di poche settimane un’altra violenta rapina consumata il 30 gennaio, all’interno dell’esercizio commerciale GMB, sempre a San Severo, dove i rapinatori era armati di pistola ed erano pronti a sparare.

BLITZ A SAN SEVERO: IL VIDEO

La successiva attività investigativa, coordinata dalla Procura di Foggia, ha permesso di ricostruire anche una ben ramificata attività di spaccio, che vedrebbe protagonista ancora una volta il 21enne Bocola, insieme agli altri soggetti coinvolti nel blitz odierno, ovvero il 32enne Nicola Forte e la moglie Raffaella Florio (ai domiciliari), il 19enne Raffaele Savino ed il 21enne Danilo Viele, insieme ad uno dei due ricercati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La loro base operativa era il “Texas”, il quartiere terra di nessuno che si sviluppa attorno all’agglomerato dell’istituto autonomo casa popolari, più volte agli onori delle cronache, quale luogo ad alta densità criminale e teatro di numerosi traffici illeciti. Nonostante la giovane età, per gli inquirenti si tratterebbe di soggetti di elevata caratura criminale. Anche durante il regime dei domiciliari, Bocola e Forte, ugualmente la loro attività di spaccio, quest’ultimo con la complicità della moglie, Florio Raffella che operava materialmente su indicazioni del marito. Durante tutta l’attività investigativa sono stati sequestrati oltre 500gr tra marijuana, eroina e cocaina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento