menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Dino Del Gaudio

Dino Del Gaudio

"A letto con la polmonite, ma non ho avuto il Coronavirus!". Ginecologo del 'Lastaria' smentisce fake news: "Sto bene!"

Il medico precisa: "I sintomi sono stati gli stessi di chi sviluppa una polmonite da Coronavirus, ma i tamponi sono stati sempre negativi. Finisce per me questo periodo di incubo e a distanza di un mese sono in via di guarigione"

"Ho avuto una polmonite, non il Coronavirus!". Il dottor Dino Del Gaudio, ginecologo di Lucera rassicura tutti sul suo stato di salute e smentisce le voci di contagio da Covid che, negli scorsi giorni, circolavano a suo carico.

Lo fa attraverso la pagina fb 'Io sto con il Lastaria', dove racconta: "Il 21 di febbraio, quando è scoppiato il primo caso nella zona rossa di Codogno, ho iniziato ad avere febbre alta e tosse. Purtroppo due settimane prima ero stato a Castiglione d’Adda, vicino Codogno. Per cui subito è scattata la procedura prevista in questi casi, isolamento e primo tampone, che ha dato però esito negativo. Dopo qualche giorno la febbre era scomparsa ma continuavo ad avvertire un forte affanno e pertanto mi sono sottoposto alla Tac".

"L’esito è stato a dir poco sorprendente: polmonite interstiziale, la stessa polmonite del Coronavirus. E’ stato pertanto confermato l’isolamento e mi è stato praticato un secondo tampone che ha dato nuovamente esito negativo. Gli accertamenti sono continuati e finalmente dopo qualche giorno si è scoperto che la polmonite era provocata da un paramixovirus che fa parte dei virus para influenzali. Per cui, dal 6 marzo mi è stato imposto riposo obbligato a letto e terapia cortisonica. La terapia mi ha scombussolato un po' i valori, glicemia, pressione arteriosa, e funzionalità renale, ma ora sto bene", rassicura il ginecologo.

"Mi sono reso conto che qualcosa non andava quando mi sono accorto che non riuscivo a fare più le scale di casa. I primi giorni sono stati terribili, la fame d’aria è una cosa indescrivibile, non la auguro a nessuno. Ti viene l’ansia. Quando stavo male, il saturimetro, lo strumento per misurare a casa l’ossigenazione del sangue, indicava un valore intorno gli 80, invece quando stavo meglio, con minore affanno, segnava 92 / 93. Una sensazione bruttissima. Ti trovi a respirare con la bocca aperta, hai l’affanno, ma l’aria che entra non ti riesce 'a soddisfare'. Hai un senso continuo di spossatezza, devi stare per forza a letto perché non hai energie".

"I sintomi quindi sono stati gli stessi di chi sviluppa una polmonite da Coronavirus, anche se ci sono vari livelli di gravità della malattia. I più fortunati sono quelli che lo prendono e sono asintomatici, cioè non si accorgono di averlo preso. Poi ci sono quelli che prendono il Coronavirus e hanno sintomi come febbre e tosse. Poi ci sono le persone con insufficienza respiratoria che in base alla gravità può anche portare all’utilizzo della terapia intensiva. In questi giorni”, dice il dottor Del Gaudio, “più di una persona mi ha chiamato per sapere del Coronavirus e ho tranquillizzato tutti. Non ho preso il Coronavirus, i tamponi sono stati sempre negativi, ma ho avuto una polmonite. Finisce per me questo periodo di incubo, di ansia e a distanza di un mese posso affermare che sono in via di guarigione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Proprietà e benefici delle fave

Attualità

O la si salva o la si uccide

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento