Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Ondata di maltempo in Capitanata: venti forti e neve, sui Monti Dauni si è già posata

Tornerà anche la neve già nelle prime ore del mattino di domani e per le successive 24-36 ore: la neve scenderà al di sopra dei 600-800 metri, in graduale abbassamento poi nel pomeriggio fino a 400 metri

Neve a Rocchetta, immagine di repertorio

Non avrà forse la forza prorompente di Burian, capace di paralizzare l’intera penisola per diversi giorni, ma l’ondata di maltempo in arrivo qualche disagio lo creerà, nelle regioni del Sud Italia dove la primavera ritarderà il suo arrivo per qualche giorno. Una vasta saccatura atlantica invia impulsi instabili verso la Penisola, con il contributo dell’aria più fredda proveniente dal nord Europa.

Monti Dauni: la neve nel giorno di Primavera

Come riporta il Dipartimento Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dalla serata di oggi e per le successive 24-36 ore si prevedono precipitazioni a carattere di rovescio o temporale su Campania, Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia. I fenomeni saranno accompagnati da “forti rovesci, una frequente attività elettrica e forti raffiche di vento”.

Inoltre si prevede il persistere di forti venti di burrasca nord-orientali che nella notte si estenderanno (provenendo dai quadranti settentrionali) a Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, con mareggiate lungo le coste esposte. Tornerà anche la neve già nelle prime ore del mattino di domani e per le successive 24-36 ore: la neve scenderà al di sopra dei 600-800 metri, in graduale abbassamento poi nel pomeriggio fino a 400 metri, con apporti al suolo moderati fino ad abbondanti a quote più elevate.

La neve, che già nella giornata di oggi ha ‘sorpreso’ il comune di Faeto, si prepara dunque a far di nuovo visita a molti comuni dei Monti Dauni. Fiocchi di neve previsti anche a Monte Sant’Angelo e San Marco in Lamis. I venti forti di burrasca dai quadranti settentrionali potrebbero provocare mareggiate lungo le coste esposte. Per questo la sezione Protezione Civile della Regione Puglia ha disposto l’allerta gialla per rischio idrogeologico, vento, neve e idrogeologico per temporali sul Gargano, Tremiti e Monti Dauni.

Allerta gialla per rischio idrogeologico, vento, idrogeologico per temporali sul Tavoliere e Bassi bacini del Candelaro, Cervaro e Carapelle, e infine allerta gialla per rischio idrogeologico, vento, idrogeologico per temporali, idraulico e neve sul Basso Ofanto. Rischio idrogeologico anche sul Basso Fortore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ondata di maltempo in Capitanata: venti forti e neve, sui Monti Dauni si è già posata

FoggiaToday è in caricamento