Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

La bimba, figlia di una coppia di nomadi, è ricovera in Rianimazione. Il sospetto dei medici e dei carabinieri è che la piccola possa aver ingerito sostanza stupefacente. Si attendono gli esiti degli esami tossicologici disposti

Immagine di repertorio

E' in gravi condizioni, nel reparto di Rianimazione di Foggia, la bimba di un anno che, nella serata di ieri, ha raggiunto gli Ospedali Riuniti, dove è tutt'ora ricoverata in coma farmacologico.

Il sospetto dei medici e dei carabinieri (che seguono le indagini del caso) è che la bimba, figlia di una coppia di nomadi, possa aver ingerito sostanza stupefacente. Ipotesi che potrà essere confermata o smentita dagli esami tossicologici già disposti.

Dalla perquisizione che i militari hanno effettuato in via Napoli, nell'area in cui vive la famiglia, non è stata trovata sostanza stupefacente ma - pare - arnesi compatibili con le attività di preparazione e confezionamento. Nessuna indicazione utile è finora giunta dai genitori della piccola, una coppia di nomadi di 40 e 35 anni.

Dagli aggiornamenti del bollettino medico diramato dall'azienda ospedaliera foggiana alle 14, si apprende che la piccola paziente è "in prognosi  riservata,  attualmente  in  coma  farmacologico e sotto stretto monitoraggio dei parametri vitali, al momento condizioni stazionarie. Gli esami diagnostici sono tutt' ora in corso".

Aggiornato alle 14.08

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento