Giornalista picchiato a Vieste: stava realizzando un’inchiesta sulle infiltrazioni mafiose nel Gargano

Nello Trocchia era in compagnia del suo film-maker Riccardo Cremona. E’ stato medicato al Pronto Soccorso

Vieste

Stavano realizzando un servizio sulle infiltrazioni mafiose nell’area del Gargano ma sono stati brutalmente aggrediti: si tratta del giornalista Nello Trocchia e del suo film-maker Riccardo Cremona. I due si trovavano a Vieste per un’inchiesta della trasmissione ‘Nemo Nessuno escluso’ in onda su Rai 2, quando, uno dei soggetti si è staccato dal gruppo che poco prima aveva intimato loro di andarsene e ha preso a calci il giornalista sbattendogli la testa contro il muro.

A denunciare il grave accaduto, peraltro nel giorno in cui due sicari hanno fatto irruzione in un ristorante e ucciso il proprietario 31enne, è la FNSI (Federazione Nazionale della Stampa Italiana). Commentano il segretario generale e il presidente Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti: “L’auspicio è che le forze dell'ordine, che si trovavano nelle vicinanze del luogo teatro dell'aggressione, possano individuare in tempi brevi i responsabili del vile gesto”.

Già in passato Nello Trocchia era stato più volte vittima di minacce per via del suo lavoro d'inchiesta e da tempo è in attesa di un'adeguata vigilanza. Ferito nell’occasione, è stato curato e medicato al pronto soccorso

Potrebbe interessarti

  • Il fascino di Càlena, l'abbazia sul Gargano dove si narra vi sia custodito il tesoro di Barbarossa

  • La grotta di San Michele che si specchia sul lago di Varano, un luogo suggestivo che trasmette una sensazione di pace

  • Colon irritabile: cos'è, sintomi e possibili cause

  • Arredare casa: le 5 piante da interno che non hanno bisogno di luce

I più letti della settimana

  • Francesco Ginese non ce l'ha fatta: è morto a Roma

  • Tragedia nelle acque del Gargano: bagnante muore annegato

  • Tragedia alle porte di Foggia, violento impatto tra un furgone e una moto: c'è una vittima

  • Tutta Foggia è con Francesco, che lotta tra la vita e la morte: si è reciso l'arteria femorale mentre scavalcava un cancello

  • Foggia in lacrime per la tragica morte di Francesco: "Addio amico mio, non doveva finire così!"

  • Tragedia nel Foggiano: morta 11enne, genitori ricoverati in gravi condizioni a San Giovanni Rotondo

Torna su
FoggiaToday è in caricamento