Cronaca

Il prete anti-racket don Aniello pone il sigillo, nasce il presidio di 'Ultimi' sul Gargano: "Salviamo il territorio!"

Le forze del territorio si sono unite, dietro la spinta del vice presidente nazionale Pietro Paolo Mascione, e hanno iniziato lavorare per la costituzione del presidio. "Il work in progress fa ben sperare, presto l'ufficialità"

don Aniello e Mascione

Il prete anti-racket don Aniello Manganiello mette il sigillo, manca poco alla nascita del presidio sul Gargano dell'associazione per la legalità “Ultimi”, nata a Scampìa.

Da Scampia la scossa ai foggiani degli "Ultimi" di don Aniello: "Riprendetevi il vostro territorio"

Ieri sera, a Manfredonia, l'ultimo incontro interlocutorio in merito al progetto che sta crescendo in Capitanata e, in particolare, sul Gargano. Un gruppo di persone, infatti, da tempo ha deciso che non si può più tacere e che bisogna fare qualcosa per 'salvare' il territorio. Così, le forze del territorio si sono unite, dietro la spinta del vice presidente nazionale di 'Ultimi', Pietro Paolo Mascione, e hanno iniziato lavorare per la costituzione del presidio. 

Grande entusiasmo è stato espresso dai partecipanti e tante sono state le idee venute fuori dalla discussione. Il work in progress fa ben sperare e nelle prossime settimane ci sarà l’ufficializzazione del primo presidio del Gargano al quale, sicuramente se ne aggiungeranno altri: "il fermento è tanto e la gente vuole dare il proprio contributo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il prete anti-racket don Aniello pone il sigillo, nasce il presidio di 'Ultimi' sul Gargano: "Salviamo il territorio!"

FoggiaToday è in caricamento