Cronaca

Ai manfredoniani costa caro abbandonare i rifiuti: sanzionati furbetti, incivili e sporcaccioni

Gli agenti di polizia locale impegnati da settimane a multare, incivili, furbi e sporcaccioni

Rifiuti abbandonati

Materassi, mobili, cartoni, secchi, ombrelli, imballaggi, elettrodomestici, computer, stampanti e chi più ne ha più ne metta. Malgrado la sensibilizzazione, pare che le cattive abitudini siano davvero dure a morire e troppo spesso i rifiuti abbandonati fanno bella mostra di loro un po’ dovunque. Ci sono quelli che vengono lasciati nelle immediate vicinanze dei cassonetti, come anche quelli che compaiono, solitamente nottetempo, ad un angolo di strada, in giardini e spazi verdi pubblici o anche, purtroppo, accanto a questo o quell’albero.

Gli agenti della Polizia Locale di Manfredonia, nelle scorse settimane, hanno intensificato il controllo del territorio per verificare e sanzionare le eventuali condotte irrispettose. Tolleranza zero sull’abbandono indiscriminato di rifiuti, senza tralasciare, però, di effettuare verifiche sulle concessioni nei mercatini rionali, sulle merci vendute e sui bolli assicurativi degli autoveicoli.

E’ una battaglia di civiltà, quella intrapresa dall’Amministrazione comunale, nei confronti degli imperterriti ‘sporcaccioni’ che abbandonano rifiuti, contribuendo al formarsi ed al persistere delle micro discariche a cielo aperto. E’ terminato, quindi, il periodo della comunicazione e della sensibilizzazione; adesso contro il degrado, contro chi sporca, contro l’inciviltà di alcune persone, è scattata la fase sanzionatoria.

Commenta il primo cittadino Angelo Riccardi: “Purtroppo quando non si riesce a comprendere cosa significa rispettare l’ambiente, non resta che la strada delle multe. Certamente preferiamo non elargire verbali, ma non possiamo più tollerare che persone incivili procurino danni ambientali ed economici alla collettività”,

A farne le spese, finora, sono stati decine e decine di concittadini, tra loro anche coloro i quali posseggono attività commerciali. L’attività della Polizia Locale è metodica, certosina, da veri e propri detective. Un esempio che spiega meglio quanto impegno sia stato messo in campo può essere quello di un professionista, titolare di un’attività sita nel centro cittadino, che è stato sanzionato (si parte da 210 euro per arrivare anche a 620 euro) perché gli agenti di Polizia Locale, di buon mattino, hanno accertato la presenza di cartoni da imballaggio su di un marciapiede della pubblica strada. Come si è risaliti a lui? Grazie all’ispezione dei cartoni, che riportavano i dati della persona in questione.

Prosegue il sindaco sipontino: “La sanzione pecuniaria è lo strumento limite nel percorso socio-culturale che abbiamo intrapreso, per educare i nostri cittadini a creare un futuro più pulito per i nostri figli e, al contempo, dare senso alle tasse che paghiamo. Essa non risolve il problema, intendiamoci, ma dà un segnale evidente, a chi sporca, della sua distanza dal sistema sociale, civile ed evoluto, in cui deve imparare a vivere”. Oltre che di pulizia e tutela dell’ecosistema, quello dell’abbandono dei rifiuti è un problema che ha pure ripercussioni economiche, considerato che la maleducazione di poche persone ricade su tutta la comunità. “Per il comportamento di poche persone non possiamo inficiare il grande lavoro che stiamo portando avanti, in collaborazione con la maggioranza dei cittadini”

Conclude Riccardi: “Ecco perché ci sta a cuore educare, spiegare ai cittadini che in questo modo non risparmiamo e che la tariffa rifiuti è strutturata in modo tale che lo smaltimento illegale degli stessi non conviene a nessuno; al contrario, siamo tutti a dovere pagare di più”. L’A.S.E. offre un servizio a domicilio per il ritiro dei rifiuti ingombranti; basta semplicemente telefonare al numero verde 800.724590 e concordare tempi e modalità del ritiro, a domicilio e gratuito. E’ il caso di dirlo: piuttosto che abbandonare i rifiuti è ora di abbandonare l’inciviltà”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ai manfredoniani costa caro abbandonare i rifiuti: sanzionati furbetti, incivili e sporcaccioni

FoggiaToday è in caricamento