Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Nessun freno alla movida del porto ma "accessi regolati". Un'ora e mezza in più per bar, pub e pizzerie a Manfredonia

Per tutti i fine settimana e i festivi al porto turistico 'Marina del Gargano'. Sempre a Manfredonia prorogata la chiusura dei locali di un'ora e mezza. I distributori automatici chiuderanno alle 23

Nuove regole per la movida del porto turistico di Manfredonia. Le ha definite la Gespo srl, società che gestisce 'Marina del Gargano', "da sempre sensibile al benessere e alla salute dei propri utenti", dopo le numerose segnalazioni giunte nei giorni scorsi circa gli assembramenti davanti ai locali e l'alto numero di auto in prossimità dell'area.

Per quanto di propria competenza, la società comunica che a partire da sabato 6 giugno e fino al 30 giugno, per tutti i fine settimana e festivi, l’accesso degli utenti al porto turistico 'Marina del Gargano', all’ingresso dei due moli (sottoflutto e sopraflutto), sarà regolato con personale autorizzato fino ad una capienza stabilita nel rispetto delle norme anti assembramento.

L’accesso per i veicoli sarà consentito solo ai possessori di transponder abilitati all’ingresso nel Marina (diportisti e titolari di attività) e ad un numero limitato di autovetture fino alla capienza stabilita della struttura (a pagamento).

"Si ringraziano gli avventori per la collaborazione che dimostreranno nel rispettare queste disposizioni che garantiranno l’incolumità di tutti e il rispetto delle regole stabilite".

Nel frattempo i titolari di bar, pub, chioschi, ristoranti e pizzerie, sono riusciti a strappare ai commissari Piscitelli, Crea e Soloperto, un'ora e mezza in più "impegnandosi, per quelle attività per le quali si prevede un maggiore afflusso di avventori, ad organizzare un servizio di vigilanza privata al fine di monitorare ed assicurare il rispetto delle norme antiassembramento, e con la predisposizione di idonea segnaletica orizzontale negli spazi antistanti tali attività". Quindi, chiusura delle attività di somministrazione di alimenti e bevande dall'1.30 alle 5 e non più dalla mezzanotte.

Dato atto, inoltre, che sono pervenute alcune segnalazioni sulla mancanza di controlli degli accessi presso i distributori automatici di alimenti confezionati e di bevande, tale da non garantire, durante le ore serali e notturne, il rispetto delle misure di contrasto alla diffusione del contagio, i commissari straordinari hanno disposto "la chiusura dei distributori automatici di alimenti confezionati e di bevande dalle 23 alle 5 fino al 30 giugno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessun freno alla movida del porto ma "accessi regolati". Un'ora e mezza in più per bar, pub e pizzerie a Manfredonia

FoggiaToday è in caricamento