Assembramenti in piazza Mercato dopo la mezzanotte: la movida che se ne infischia di ordinanze e decreti

Nel primo weekend dell'ordinanza sindacale che chiude le vie e le piazze della movida, vengono fuori le lacune dei controlli. E i giovani incoscienti ne approfittano per disattendere ogni regola

Piazza mercato ieri sera

Dopo l’ordinanza firmata dal Sindaco Landella, in vigore dal 23 ottobre, con la quale venivano chiuse tutte le strade del centro affollate dalla movida cittadina, che cosa è cambiato?
La suddetta ordinanza ordina ai gestori di locali, bar e ristoranti, di servire solo ai tavoli per mantenere le distanze di sicurezza e vieta che si stazioni nelle strade o piazze che normalmente vengono affollate dai cittadini. Tutto ciò è scaturito, come dice Landella nell’intervista rilasciata a FoggiaToday, in seguito ad un tavolo tecnico con il Prefetto e con le Forze dell’Ordine. Ma regola vuole che, nel momento in cui si vieta qualcosa, ci sia qualcuno che controlli che queste regole vengano rispettate. I gestori più coscienziosi hanno rispettato l’ordinanza, chiudendo i locali perché a molti non conviene aprire per riempire i pochi tavoli disponibili. Altri hanno deciso di rimanere aperti e vendere come se nulla fosse stato detto o ordinato.

Come in piazza Mercato, dove alle ore 00.40 (quando è stata scattata la foto), almeno 50 ragazzi stazionavano in barba a ogni tipo di divieto e ordinanza antiassembramento, consumando bevande. La domanda sorge spontanea: a che cosa serve, allora, vietare di stazionare se poi i controlli annunciati nelle vie oggetto dell'ordinanza, non vengono effettuati?Difficile pensare che le persone immortalate nella foto, fossero lì solo di passaggio o si fossero trovate lì per caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento