Non rispetta gli standard di sicurezza: Capitaneria impone lo stop ad un mercantile nel porto di Manfredonia

Rilevate deficienze in materia, tali da determinare il fermo della nave, ed imporne il ripristino prima della partenza. Solo una volta sanata la situazione, la motonave, battente bandiera italiana, ha potuto proseguire la rotta

I controlli a bordo della nave

Non rispettava gli standard di sicurezza, Capitaneria di Porto ferma una nave mercantile, battente bandiera italiana, nel porto di Manfredonia.

Nel dettaglio, lo scorso 27 novembre, i militari della Capitaneria di Porto di Manfredonia, specializzati in Sicurezza della navigazione (Flag State e Port State Control), hanno sottoposto ad ispezione una Motonave di circa 8000 TSL, battente bandiera italiana, per il rinnovo delle certificazioni di sicurezza e Security.

Durante la visita ispettiva sono stare rilevate alcune deficienze in materia di sicurezza della navigazione tali da determinare il fermo della nave, ed imporne il ripristino prima della partenza. La nave è stata sottoposta, in data odierna, su richiesta del Comandante della nave, a nuova ispezione, nel corso della quale il personale della Capitaneria ha verificato il pieno ripristino delle condizioni di sicurezza, rilasciando al termine della visita, il certificato dei servizi di bordo.

Il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera è quotidianamente impegnato, fra i diversi compiti istituzionali, sia nell’attività di Port State Control (rivolto alle navi straniere), che di Flag State Control (rivolto alle navi nazionali), finalizzata a garantire che le unità navali non siano in condizioni sub - standard rispetto alla normativa nazionale ed alle Convenzioni internazionali di riferimento costituendo, pertanto, un pericolo per la vita umana in mare e per l’ambiente marino.

L'attività viene svolta da personale del Corpo, debitamente formato ed autorizzato quale ispettore PSC ed FSC, dislocato tra i diversi Comandi territoriali. Si evidenzia che l'Amministrazione italiana si colloca, ormai da tempo, ai primi posti a livello internazionale sia per quanto attiene le proprie navi, sia per l'attività espletata a bordo del naviglio straniero che tocca i porti nazionali (Port State control), ciò a dimostrazione dell’eccellente lavoro svolto dal Corpo in ambito “sicurezza della navigazione e sicurezza marittima”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento