Lucera, 25enne muore durante esplosione: si indaga sulle motivazioni del gesto

Valerio Petrone ha perso la vita durante l'esplosione di un ordigno piazzato davanti alla saracinesca di un circolo ricreativo di via Pasubio, a Lucera

La saracinesca divelta

Risultano ancora ignote le motivazioni del gesto e sono in corso le indagini finalizzate a ricostruire il ruolo della vittima ed eventuali collegamenti tra il tragico episodio di via Pasubio e precedenti vicende delle stesso tipo. L’attentato dinamitardo che è costato la vita a Valerio Petrone, è avvenuto poco prima dell’una davanti alla saracinesca di un circolo ricreativo.

LA TRAGEDIA DI LUCERA E LE FOTO

A seguito dell’esplosione, il presunto autore, noto alle forze dell’ordine per pregresse vicende giudiziarie, è rimasto gravemente ferito. Da sopralluogo compiuto pochi minuti dopo dai carabinieri di Lucera e dal personale sanitario, è emersa la gravità delle lesioni riportate dal 25enne, che per questo veniva trasportato d’urgenza agli Ospedali Riuniti di Foggia, dove però moriva poco dopo.  

Nel frattempo sono stati effettuati gli accertamenti del caso con l’ausilio di personale specializzato del comando provinciale carabinieri di Foggia, finalizzati a stabilire la natura del manufatto esplosivo utilizzato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Manfredonia: auto in mare, morta donna

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

  • Coronavirus: zero contagi e zero morti in provincia di Foggia

  • "Chiudo la movida". Emiliano: "Sono pronto". E nella 'Spaccanapoli' di Foggia assembramenti senza mascherine

Torna su
FoggiaToday è in caricamento