menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio da Citynews

Foto di repertorio da Citynews

E' morto Renato Forlani, storico proprietario di Teleradioerre: è stato tra i pionieri della tv privata in Puglia

La sua creatura più amata, Teleradiorre, è stata una vera palestra per tanti giornalisti che mossero proprio lì i primi passi del mestiere, una rete televisiva di grande impatto innovativo per l'informazione in Capitanata.

Se n'è andato in silenzio, dopo aver combattuto con la sua tenacia di sempre contro un male incurabile, Renato Forlani, uno dei pionieri della televisione privata in Puglia, assieme a Valverdino Della Vista.

La sua creatura più amata, Teleradiorre, è stata una vera palestra per tanti giornalisti che mossero proprio lì i primi passi del mestiere, una rete televisiva di grande impatto innovativo per l'informazione in Capitanata.

Da Salvatore De Angelis a Bruno Orsini, da Micky dè Finis a Enrico Ciccarelli, da Filippo Santigliano ad Anna Langone, da Duilio Paiano a Giovanni Cataleta, da Anna Raimo a Mila Cavallo e Renato Tonti e tanti altri ancora, tanti volti per un territorio che ha sempre avuto, soprattutto a metà degli anni Settanta, una grande propensione per la comunicazione audiovisiva.

Di Forlani anche la mitica Radioerre, un network che fece epoca dopo Radio Luna. Nato a Salerno, Renato Forlani, sociologo, aveva dedicato molto del suo impegno anche alla formazione dei giovani. La sua scomparsa rischiava di passare quasi inosservata perché da anni si era ritirato a vita privata, lontano dai riflettori che per diversi decenni lo videro protagonista indiscusso dell'informazione.

Attento osservatore dei fermenti politici dell'epoca, Forlani seppe giocare un ruolo importante nella dinamica politica del tempo. La sua Teleradioerre trasmetteva da palazzo Nadir, all'undicesimo piano dello stesso stabile dove, al primo piano, era ubicata la potente segreteria politica dell'onorevole democristiano Vincenzino Russo.

Un condominio non facile per la linea editoriale dettata sempre da Forlani, convinto assertore dei principi di libertà di stampa. Un editore davvero puro, un personaggio capace di credere nell'impresa dell'informazione distinta ma non distante dalla politica.

I funerali si sono svolti sabato mattina in forma strettamente privata. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 17 gennaio, la Puglia torna 'arancione': cosa è consentito fare e cosa no

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento