E’ morto Paolo List, l’ex terzino destro del Foggia ucciso dalla Sla

Con il Foggia di Zeman conquistò la promozione in serie A. Giocò anche nel Bologna. Il cordoglio della società rossonera. Aveva 53 anni

Paolo List

In campo giocava da terzino destro. Un giocatore di corsa, qualità che ne ha contraddistinto la carriera, dagli esordi di Pergocrema in C1, all’ultima stagione a Palazzolo, esattamente 20 stagioni fa, quando decise di lasciare il calcio a soli 33 anni.

La corsa… le sgroppate sulla fascia. Le gambe. Paralizzate progressivamente insieme a tutti i muscoli, da quella dannata malattia, dall’acronimo inquietante: S.L.A. La “Stronza”, come la chiamava con fiera voglia di vivere Stefano Borgonovo. Stronza ogni volta che miete una nuova vittima. L’ultima si chiama Paolo List, per i nostalgici era il 2 del Foggia di Caramanno prima, di Zeman poi. Protagonista negli anni in cui si posavano i primi mattoni per l’edificazione di Zemanlandia.

Arrivò a Foggia nell’83. Due stagioni in C1 e 57 presenze con un gol. Poi le parentesi di Jesi e Monopoli, prima di far ritorno in Capitanata. Stagione 1988/89, quella che sancì la promozione in Serie B, categoria che Foggia non conosce più da diciotto anni. Con la maglia rossonera giocherà anche le due successive stagioni (saranno 102 le gare collezionate) nella serie Cadetta.

Quella “interlocutoria” post promozione, in cui centrerà la porta 4 volte in 34 apparizioni, e quella esaltante del 1990/91, dell’accesso nella massima serie, conquistata ma mai assaporata. Lo attendeva il Bologna prima del congedo a Palazzolo, non molto distante da casa. A Ripalta Cremasca aprirà un bar, senza abbandonare del tutto il calcio (porterà la Ripaltese dalla Terza alla Seconda Categoria).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella notte tra domenica e lunedì, l’epilogo. Aveva solo 53 anni. La società rossonera lo ricorda così: “Schivo e riservato, se n’è andato in silenzio e senza clamori così come era stato in vita. Noi del Foggia Calcio non possiamo che salutarlo così come lo salutavano i suoi tifosi: Ciao Paolo, Paolo, Paolo, Paolo List, List”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento