Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Addio a Michele Colucci, titolare della libreria Dante di via Oberdan: con 'Lillino' se ne va un pezzo della storia di Foggia

Michele Colucci è venuto a mancare. Nel 1957 aveva rilevato la storica libreria Dante di via Guglielmo Oberdan

Foto dal profilo facebook della figlia

Michele Colucci non c'è più, aveva 84 anni. A darne notizia a Foggiatoday è la figlia Marisa. "Mio padre è venuto a mancare".

Con la dipartita di 'Lillino', titolare della storica libreria di via Guglielmo Oberdan nata nel 1881 con il nome di Zobel, se ne va un pezzo di storia del capoluogo dauno, nell'anno in cui si celebrano i 700 anni dalla morte del sommo poeta, nome della storica libreria che compie anche 140 anni di attività. 

Nel 1957 fu rilevata da Michele Colucci, per gli amici Lillino (insieme al socio Umberto), e divenne libreria Dante. Persona squisita e gentile, custode della cultura e della lettura, in più di settant'anni di lavoro (73 per l'esattezza), Michele ha rifornito di testi scolastici intere generazioni, non solo del capoluogo dauno, ma anche della provincia. Ha servito e visto crescere tanti talenti.

Ha vissuto la trasformazione dal cartaceo al digitale, dai libri all'e-book, ma non si è mai arreso al piacere della lettura e di un libro da sfogliare. Passione che ha coltivato sin da ragazzo, quando aveva mosso i suoi primi passi in quella libreria, ma da aiutante.

Poi la svolta, l'acquisizione dell'attività, il cambio dell'insegna e anni e anni di lavoro trascorsi a rendere Foggia, più bella e intelligente. Nel 2012 aveva affrontato una nuova avventura, quella della Mondadori, passando il testimone alla figlia Marisa.

Raggiunti dalla triste notizia, in queste ore i foggiani lo ricordano con piacere, come una persona gentile, educata, dolce e soprattutto preparata: "Ogni volta che mi sono trovato a Foggia ho sempre fatto una visita alla libreria Dante e sempre ho trovato qualche novità libraria. Lui con tanta gentilezza e soprattutto conoscenza della storia e degli autori sapeva guidarti in quello che cercavi" sottolinea Tommaso. "Un punto di riferimento per gli studenti della provincia di Foggia, anche universitari" ricorda Giuseppe. "Ogni volta che venivamo a Foggia, non tornavamo mai a mani vuote" scrive Mariangela. "Avevamo il conto aperto alla sua libreria, che non riuscivamo a chiudere per il susseguirsi di novità editoriali che anticipava con grade entusiamo" spiega Titti.

Lillino ha lavorato fino a una settimana prima di lasciare la vita terrena. I funerali si sono svolti questa mattina. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Michele Colucci, titolare della libreria Dante di via Oberdan: con 'Lillino' se ne va un pezzo della storia di Foggia

FoggiaToday è in caricamento