Martedì, 16 Luglio 2024
LUTTO

Morto improvvisamente il dott. Lello Sisbarra, medico di famiglia esemplare e dal cuore grande

Il ricordo dei colleghi, pazienti e conoscenti di Lello Sisbarra, medico di famiglia in pensione di Foggia

Il dott. Liberato Sisbarra, per tutti Lello, fratello dell'insegnante Michele Sisbarra, non c'è più. Il medico di medicina generale è deceduto improvvisamente. La notizia ha fatto immediatamente il giro del web. Salvatore Onorati lo ha ricordato così:

"Con Lello ho condiviso il tirocinio obbligatorio dopo la laurea e insieme abbiamo cominciato a lavorare, lui ad Alberona ed io a Volturara. Famoso in quel periodo il suo parto gemellare prematuro in una notte d’inverno: di quei due bimbi è poi stato padrino di battesimo. Episodio rimasto storico e simbolo della sua capacità tecnica e soprattutto del suo grande cuore.

Con lui e Rosa Pedale siamo stati precursori di un modo nuovo di intendere la medicina di famiglia: un gruppo che ci ha visti uniti per 20 anni. No, non si può dimenticare tutto questo in un attimo, in quell’attimo che ti lascia senza fiato quando il telefono squilla e ti racconta di Lello che c’era e all’improvviso non c’è più! La morte è un grande mistero e lascia rammarico per un tempo insieme che non potrà esserci più.

Qualche mese dopo la pensione, Lello ha voluto fare una cena con me e Rosa. Ci siamo visti per l’ultima volta con l’intesa di rivederci per frequentarci a Roma dove abbiamo l’affetto dei figli. Un’ultima volta a ridere di noi e del nostro tempo migliore, un’ultima volta per dirci del nostro affetto e del nostro volerci bene".

In tanti, colleghi e pazienti, lo hanno ricordato sui social. Questo il ricordo di Vincenzo: "È stato il mio medico di famiglia professionale, generoso ed accogliente oltre che un caro amico con cui abbiamo condiviso l'amore e l'appartenenza alla famiglia murialdina. Una grande perdita per la comunità parrocchiale dell'Opera San Michele Arcangelo e soprattutto per la polisportiva Juventus San Michele, realtà, entrambe, di cui era pilastro e per cui, da decenni, insieme alla moglie Claudia Panariello, ha donato sevizio di volontariato".

Così Roberta: "Lello il mio dottore del cuore, ma tu non eri solo questo per me, sei stato tanto altro. Sei stato una guida, sei stato una spalla nei momenti bui e molto spesso anche un confidente. Se qualcosa mi preoccupava, mi bastava digitare un numero o svoltare l’ angolo di casa per ritrovarti sempre li con le consulenze private sotto il tuo portone e quando mi vedevi in lontananza già sorridevi perché sapevi che ti avrei fermato per qualche consiglio".

Il fratello Michele Sisbarra ha affidato anch'egli a facebook il ricordo del medico: "Già, è così che succede, senza preavviso, senza alcuna possibilità di poter rimediare al tempo che scorre insensibile sopra ogni nostra visione del futuro. Una pagina lontana e che mai avrei immaginato di dover scrivere, un foglio che avrei voluto mantenere intonso per l'eterno. Perdere un fratello non fa parte dei patti che stipuli con il destino, non vuoi accettarli e continui a strappare quel contratto di vita perché innaturale. Ma le telefonate, a volte, hanno il sapore acre di una pioggia acida che ti bagna e immediatamente ti consuma. Tra le lacrime che non riesci a fermare, che straripano, vedo scorrere il nostro film. E vorrei fermare quella pellicola ai momenti felici, nei fotogrammi delle cose non dette ma che il cuore conserva. Ma continua a scorrere sempre più velocemente verso la parola fine. E ti ritrovi nudo, impotente e insignificante. Rimbomba il dolore dentro di me e si amplifica nel dolore di tua moglie, dei tuoi figli, dei tanti che ti adoravano. Ciao, mio amato Lello, e non è un addio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto improvvisamente il dott. Lello Sisbarra, medico di famiglia esemplare e dal cuore grande
FoggiaToday è in caricamento