Cronaca

Gianpiero Saglimbene non ce l'ha fatta: morto il sergente dell'Aeronautica colpito da un tumore raro e aggressivo

Colpito da una rara forma di sarcoma dal 2014, un sarcoma desmosplastico a piccole cellule rotonde, tumore raro e aggressivo, il sergente dell'Aeronautica si è spento ieri. Il messaggio della moglie su FB

Gianpiero Saglimbene, il 38enne sergente maggiore dell’Esercito originario di San Severo in servizio presso i “Lancieri di Novara” 5° di stanza a Codroipo (in provincia di Udine), dove viveva con la moglie e due figli di 7 e 8 anni, non ce l'ha fatta.

Colpito da una rara forma di sarcoma dal 2014, un sarcoma desmosplastico a piccole cellule rotonde, tumore raro e aggressivo, il sergente dell'Aeronautica si è spento ieri. 

A darne notizia su Facebook la moglie Barbara: "Non ci sono addii per noi. Ovunque tu sia, sarai sempre nei nostri cuori".

La voglia di lottare aveva spinto la donna a organizzare una raccolta fondi su Facebook. Con il ricavato, servivano 600mila euro, Gianpiero era stato operato presso l'ospedale “Columbia University Medical Center” da Kato Tomoaki.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gianpiero Saglimbene non ce l'ha fatta: morto il sergente dell'Aeronautica colpito da un tumore raro e aggressivo

FoggiaToday è in caricamento