rotate-mobile
Cronaca San Giovanni Rotondo

Addio a fr. Gerardo Saldutto da Deliceto: è stato l’artefice della nuova chiesa di San Pio a San Giovanni Rotondo

E' stato il delegato e procuratore speciale per la costruzione della nuova chiesa di San Pio da Pietrelcina e delle opere annesse, realizzate a San Giovanni Rotondo su progetto di Renzo Piano e con la consulenza liturgica di mons. Crispino Valenziano.

Dopo un lungo periodo di sofferenza, acutizzatasi da qualche mese e aggravatasi negli ultimi giorni, ha terminato il suo cammino terreno fr. Gerardo Saldutto, il cui nome resterà alla storia per essere stato il delegato e procuratore speciale per la costruzione della nuova chiesa di San Pio da Pietrelcina e delle opere annesse, realizzate a San Giovanni Rotondo su progetto di Renzo Piano e con la consulenza liturgica di mons. Crispino Valenziano.

Nato il 22 febbraio 1943 da Mattia e Imperatrice Conte a Deliceto, un piccolo comune del Subappennino Dauno meridionale da cui sono scaturite diverse vocazioni cappuccine, sentì fin da ragazzo la chiamata alla vita religiosa. Vestì l’abito di san Francesco il 30 agosto 1959, assumendo il nuovo nome di Onofrio (per poi riprendere quello di Battesimo il 27 gennaio 1971). Si legò temporaneamente con i voti all’Ordine dei Frati Minori Cappuccini il 4 settembre 1960 e in perpetuo il 6 dicembre 1964. Dopo l’ordinazione sacerdotale, ricevuta a Campobasso il 28 gennaio 1968 da mons. Pietro Santoro, vescovo ausiliare di Trivento, continuò gli studi frequentando un corso di Pastorale a Firenze e poi conseguendo prima la licenza (1972) e poi il dottorato (1974) in Storia della Chiesa presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma, quindi la laurea in Lingue straniere all’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”.

Tra i numerosi incarichi svolti, oltre a quello di responsabile per la costruzione della nuova chiesa, ci sono stati quelli di: presidente della Commissione per l’VIII centenario della nascita di san Francesco, economo provinciale, rappresentante legale della Provincia religiosa, presidente della Commissione interna dei frati per la beatificazione di Padre Pio, vice presidente della Commissione interna dei frati per la canonizzazione di Padre Pio e direttore della rivista Pietrelcina. La terra di Padre Pio.

Il peggioramento delle sue condizioni di salute hanno indotto i suoi superiori a ricoverarlo, a partire dal 30 novembre 2019, presso l’infermeria provinciale a San Giovanni Rotondo. Un ulteriore aggravamento ha reso necessario il suo trasferimento all’ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza”, dove è morto questa mattina.

Oltre alla grande chiesa intitolata al Santo, fr. Gerardo lascia ai devoti di Padre Pio tre libri: Un tormentato settennio (1918-1925) nella vita di Padre Pio da Pietrelcina (1974, sintesi della sua tesi di dottorato conseguito presso la facoltà di Storia della Chiesa della Pontificia Università Gregoriana); Il cammino di Padre Pio. La ricchezza spirituale del frate di Pietrelcina raccontata dai suoi confratelli (2000, Piemme) e Bella come il paradiso grande dome il mare. Il meraviglioso diario della chiesa di San Pio (2011, Edizioni Padre Pio da Pietrelcina).

I funerali si svolgeranno domani, 29 ottobre, alle ore 11,30, proprio nella chiesa di San Pio da Pietrelcina, fortemente voluta da fr. Gerardo, e saranno trasmessi in diretta da Padre Pio Tv.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a fr. Gerardo Saldutto da Deliceto: è stato l’artefice della nuova chiesa di San Pio a San Giovanni Rotondo

FoggiaToday è in caricamento