Cronaca Vieste

Tragedia nelle acque del Gargano: imprenditore muore durante battuta di pesca

Elia Del Duca aveva 41 anni, era sposato con una bambina. Potrebbe aver avuto un malore, il natante di nove metri non è stato ancora rintracciato

Forse un malore o un incidente in mare. E la battuta di pesca si trasforma in tragedia. E’ quanto accaduto tra la tarda mattinata ed il primo pomeriggio di ieri, a largo di Vieste, dove si sono perse le tracce di Elia Del Duca, pescatore professionista di 41 anni e imprenditore turistico. L’ultimo contatto con l’uomo è stato quello telefonico avuto con la moglie, alle 12.30 di ieri. Poi il nulla. Il suo corpo, ormai senza vita, è stato recuperato questa mattina in mare dagli uomini della guardia costiera.

L’uomo era uscito per una battuta di pesca d’altura ma non ha fatto rientro a casa: secondo le prime ipotesi, lo stesso potrebbe aver avuto un malore durante lo sforzo per il recupero di un pesce oppure potrebbe essere stato coinvolto nel naufragio della sua barca - un natante di nove metri acquistato di recente - che non è stato ancora recuperato né rintracciato dalla guardia costiera perché finito in fondo al mare oppure trascinato al largo dalle correnti. L’uomo era sposato e aveva una bambina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia nelle acque del Gargano: imprenditore muore durante battuta di pesca

FoggiaToday è in caricamento