Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca Ospedale - Parco San Felice / Via Ugo la Malfa

Morte Alessandro Lanza, Polizia rimuove striscioni commemorativi in via La Malfa

Nella giornata diversi striscioni erano apparsi nel rione con messaggi dedicati alla memoria di Lanza, da "Bussolott vive" a "Rimarrai per sempre nei cuori di questo rione". Il caso era stato segnalato alle forze dell'ordine da un cittadino

Sono stati rimossi dagli agenti della Polizia di Stato, coadiuvati dallal Polizia Locale, gli striscioni commemorativi affissi in via Ugo La Malfa, per commemorare Alessandro Lanza, detto 'Bussolott', morto suicida all'età di 43 anni nel carcere di Foggia lo scorso 17 settembre

Nella giornata diversi striscioni erano apparsi nel rione con messaggi dedicati alla memoria di Lanza, da "Bussolott vive" a "Rimarrai per sempre nei cuori di questo rione". Il caso era stato segnalato alle forze dell'ordine da un cittadino. 

Nella giornata di ieri, l'intervento della Polizia. Lanza, vicino al clan Sinesi-Francavilla, stava scontando una pena residua di due anni per mafia e tentata estorsione a due imprenditori foggiani nell’ambito del processo Corona, il blitz compiuto nel 2013 nel corso del quale vennero arrestate 24 persone tra boss e picciotti della mala foggiana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte Alessandro Lanza, Polizia rimuove striscioni commemorativi in via La Malfa
FoggiaToday è in caricamento