Cronaca Torremaggiore / Viale Ugo La Malfa

Crollo palazzina Torremaggiore: due morti, sequestrate bombole del gas

I Vigili del Fuoco hanno sequestrato tre bombole del gas e la Procura di Lucera ha aperto un fascicolo per stabilire le cause reali che hanno comportato lo scoppio e la morte di Orlando e La Medica

Le morti di Angela Maria Orlando e di Luigi La Medica, vittime del crollo della palazzina di via Ugo La Malfa, hanno provocato dolore e sgomento a Torremaggiore.

Il consigliere regionale Giannicola De Leonardis lo ha definito "il dramma figlio della solitudine e della precarietà di molti anziani costretti ancora all’utilizzo delle bombole del gas per ripararsi dal freddo”.

La comunità del comune foggiano è sconvolta. Sotto choc i coniugi Bruno, scampati miracolosamente al pericolo della morte. L’appartamento dei due, sito al terzo piano, si è adagiato sul resto delle macerie e per i soccorritori è stato più semplice portarli in salvo.

L’esplosione è avvenuta al primo piano del civico 10, nell’abitazione del 61enne rimasto vittima del crollo. Insieme a lui è morta anche la donna che abitava al secondo piano, la 74enne estratta dalle macerie un paio d’ore dopo l’accaduto.

I Vigili del Fuoco hanno sequestrato tre bombole del gas e la Procura di Lucera ha aperto un fascicolo per stabilire le cause reali che hanno comportato il violento scoppio e la morte di due persone.

Proseguono in queste ore i rilievi statici da parte dei tecnici del Comune. Sembra che alcune palazzine adiacenti abbiano riportato delle lesioni e siano state giudicate inagibili.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo palazzina Torremaggiore: due morti, sequestrate bombole del gas

FoggiaToday è in caricamento